Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

fal  fal

illuminazione

  • "Illumina novembre" valorizza il ponte Adriatico

    Comune BariIl Comune di Bari aderisce alla campagna di sensibilizzazione nazionale “Illumina Novembre” promossa da ALCASE Italia, prima organizzazione impegnata nella lotta al cancro del polmone. Per tutto il mese di novembre il ponte Adriatico sarà illuminato di bianco, colore internazionalmente scelto per indicare la neoplasia polmonare.

    “Illumina Novembre” 2019 sarà l’occasione utile a catturare l’attenzione dell’opinione pubblica nei confronti di una patologia che rimane ancora oggi ancorata al “marchio negativo del fumatore” e a quello, altrettanto negativo, “dell’incurabilità”. Oggi non è più così: sono numerosi i giovani e le donne, spesso non fumatori o ex-fumatori, che si ammalano. E i recenti progressi della biologia molecolare in campo tumorale, unitamente all’introduzione degli immunoterapici, hanno determinato nuove possibilità di cura o di controllo a lungo termine della malattia.

  • A Bari arriva la nuova illuminazione in tutte le zone della città

    illuminazione a led al Liberta 3Sono state espletate e aggiudicate le cinque gare - una per ogni Municipio - per la sostituzione diffusa di corpi illuminanti con altri dotati di nuova tecnologia a led.

    Come già preannunciato nei mesi scorsi, a partire da metà gennaio saranno effettuati degli incontri territoriali presso ciascuno dei cinque Municipi, per concordare quali aree, strade, giardini o piazze interessare prioritariamente con la realizzazione degli interventi di efficentamento. L’impostazione scelta corrisponde alla volontà di riqualificare interi assi di scorrimento stradali anziché singoli isolati al fine di consentire il conseguimento di un effetto di illuminamento omogeneo ed efficace per creare condizioni di miglior confort visivo degli spazi pubblici. I lavori, tutti già consegnati alle ditte aggiudicatarie, si concluderanno entro la fine dell’anno.

    Per il Municipio I la ditta aggiudicataria è Sud Segnal srl, per il Municipio II Masellis surl, per il Municipio III Edil Elettra srl e per il Municipio IV e V la cooperativa Elettricisti San Giuseppe.

    “L’investimento complessivo per i cinque progetti aveva un importo complessivo lordo dei lavori a base d’asta pari a circa 4,1 milioni di euro lordi (circa 820mila euro per Municipio) - commenta l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso -. Poiché tutte le gare sono state aggiudicate con un ribasso percentuale superiore al 32%, verranno effettivamente eseguiti lavori corrispondenti ad un importo lordo di circa 6 milioni di euro (1,2 milioni per ogni Municipio), attraverso i quali sarà possibile sostituire circa il 50% dei corpi illuminanti in tutta la città. Parliamo non solo della sostituzione di 13.000 - 13.500 corpi (rispetto ai complessivi 27.000 presenti) ma anche della possibilità di installare nuovi pali della pubblica illuminazione anche in strade che attualmente ne sono sprovviste. Questo perché i cinque accordi quadro, così come impostati, riguardano la riqualificazione, la manutenzione o l’estensione in ambito smart degli impianti della pubblica illuminazione con tecnologie di telecontrollo e possibilità di implementazione con la rete di videosorveglianza e wi-fi.

    Come ormai sperimentato in altri quartieri di Bari, la nuova illuminazione a led, con luce bianca da 3000 gradi kelvin, consentirà il raggiungimento di livelli ottimali di efficientamento energetico caratterizzati da una migliore qualità della luce con consumi contenuti. Migliorerà sensibilmente anche l’effetto della visibilità notturna che permetterà di percepire aree e oggetti senza alterazioni cromatiche, cosa che invece accade tutt’oggi in aree caratterizzate dalla presenza di luci gialle al sodio o bluastre a vapori di mercurio, entrambe ormai obsolete.

    Questi cinque appalti permetteranno di estendere le buone pratiche già sperimentate con l’accordo quadro per la sostituzione delle luci nel quartiere Libertà che in quel caso, grazie all’eccezionale ribasso del 56% ottenuto con la gara di sola fornitura, ci ha permesso di sostituire i corpi anche su strade di altri quartieri limitrofi (Murat e parte di Umbertino e Madonnella). La formula dell’accordo quadro di questi nuovi lavori, peraltro, riguarda non solo la fornitura e il montaggio dei nuovi corpi ma anche lo smontaggio e lo smaltimento dei vecchi, oltre all’estensione di impianti esistenti in corrispondenza di aree oggi non illuminate, in modo da consentire il conseguimento un generale miglioramento della visibilità notturna degli spazi pubblici comunali”.

    A questi cinque accordi quadro se ne aggiungono altri due, da un milione di euro ciascuno, che prevedono rispettivamente la sostituzione di tutti i quadri elettrici con nuovi telecontrollati e l’implementazione della rete di connettività (fibra ottica comunale) che permetterà agli impianti luminosi e tecnologici (semafori, wi-fi, pannelli elettronici, ecc.) di dialogare tra loro ed essere comandati in remoto. Queste ultime due gare, attualmente in fase di pubblicazione e di prossima aggiudicazione, rispondono a una nuova logica di funzionamento intelligente di tutti gli impianti tecnologici cittadini, che renderà Bari una città sempre più smart, in linea con le tecnologie più all’avanguardia che il mercato offre.

  • A Bari un nuovo accordo per la manutenzione delle luci cittadine

    via Sparano illuminazioneE’ stato approvato dalla giunta comunale il nuovo accordo quadro di durata annuale sulla pubblica illuminazione cittadina, a Bari. Si tratta di un provvedimento che presenta una novità rispetto al precedente accordo, non limitandosi soltanto all’illuminazione stradale ma interessando anche la manutenzione dei segnalatori luminosi dei porti che indicano il percorso per le imbarcazioni in ingresso e in uscita, e delle luci di segnalazione degli ostacoli in volo (S.O.V.), quali ad esempio le luci rosse installate sul ponte Adriatico.

    L’accordo quadro riguarda sia le attività di manutenzione ordinaria relative a questi impianti sia quelle di riparazione dei guasti e di manutenzione straordinaria, con gli eventuali adeguamenti normativi, di tutti i sistemi di illuminazione cittadina.

    “L’accordo quadro e la conseguente gara d’appalto che verrà espletata nelle prossime settimane ci consentiranno di individuare per tempo il nuovo manutentore che potrà intervenire tempestivamente ogniqualvolta se ne presenti l’esigenza – commenta Giuseppe Galasso - in continuità con l’appalto in essere senza creare alcuna interruzione del servizio né disagi.

    Grazie a questa tipologia di appalto, oltre alle attività ordinarie, abbiamo potuto effettuare molteplici attività quali ad esempio la sostituzione di tutti i corpi illuminanti del quartiere Libertà e del Murattiano, di alcune strade dell’Umbertino e Madonnella con lampade al led di nuova generazione, dimezzando consumi energetici e riducendo sensibilmente i costi di manutenzione. Questo nuovo accordo quadro, peraltro, si aggiunge a una serie di interventi nei parchi pubblici, come il rifacimento degli impianti di illuminazione nella pineta San Francesco e, a breve, anche nel parco 2 Giugno e nel parco Giovanni Paolo II al San Paolo, sulla viabilità cittadina, come nel caso di via Concilio Vaticano II, viale De Laurentis o via Ascianghi, o ancora nel campo delle tecnologie smart, con cui rinnoveremo gli impianti di illuminazione del Villaggio Trieste e della viabilità di accesso del complesso Bari Domani di prossima esecuzione”.

    L’importo complessivo ammonta a un milione e 135mila euro. 

  • A Palese e Santo Spirito nuovi impianti di illuminazione pubblica

    cantiere palese e santo spirito 3 2Sono iniziati i lavori per la realizzazione di due nuovi impianti di pubblica illuminazione nel territorio del Municipio V.

    A darne notizia l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso, che ha effettuato un sopralluogo con il presidente del Municipio Giovanni Moretti nelle due strade interessate dall’intervento, dell’importo complessivo di circa 220mila euro.

    Sull’intera lunghezza di corso Umberto (circa 550 metri), una strada importante della ex frazione di Santo Spirito, saranno installati 29 nuovi pali di 7 metri di altezza dotati di uno sbraccio di circa 2,5 metri che consentirà di centrare al meglio il fascio di luce dei nuovi corpi illuminanti rispetto all’andamento della strada: ciascun palo monterà all’estremità una lampada a led di 107 watt a luce bianca. L’impianto sarà regolato da un quadro di ultima generazione, monitorabile a distanza con sistemi di telecontrollo che consentiranno anche la regolazione anche dell’intensità dell’illuminazione da erogare.

    Nel corso dei lavori saranno rimossi tutti i pali del vecchio impianto, alcuni dei quali, installati al centro del marciapiede, rappresentavano un ostacolo per chi abbia ridotte capacità motorie e per le carrozzine. Al termine degli interventi il marciapiede sarà ripristinato e sarà riasfaltata la strada in corrispondenza delle zone interessate dall’interramento della linea nuova linea elettrica.

    Il secondo impianto sarà realizzato in via Gino Priolo a Palese, una strada di 330 metri di lunghezza che grazie a questi lavori sarà dotata di 17 nuovi pali di pubblica illuminazione. le luci avranno caratteristiche del tutto analoghe a quello di corso Umberto, conferendo a questa strada una nuova luce.

    “Contiamo di completare i due nuovi impianti entro la fine di marzo - commenta Giuseppe Galasso - così da garantire un adeguato livello di illuminamento a due strade importanti del territorio municipale. La nostra attenzione all’efficienza e al risparmio energetico della pubblica illuminazione riguarda l’intero territorio comunale, senza distinzioni tra centro e periferia, perché sappiamo che la percezione della sicurezza passa anche per strade ben illuminate, da percorrere in tranquillità nelle ore serali. I prossimi interventi per la riqualificazione della pubblica illuminazione in città riguardano la zona di san Giorgio, con nuovi impianti su strada detta della Marina e Baia San Giorgio”.

  • Al via i lavori per la nuova illuminazione a Poggiofranco

    lavori strade Poggiofranco 2Al via il cantiere per la realizzazione di un nuovo impianto di illuminazione pubblica in alcune strade importanti del quartiere Poggiofranco che coprirà un lungo percorso. Si tratta di lavori, per un importo di 600mila euro, che consentiranno di realizzare ben 4 chilometri di nuove linee elettriche a servizio di nuovi corpi illuminanti lungo via Concilio Vaticano II (nel tratto compreso tra viale Kennedy e via Giovanni Modugno), viale Kennedy (nel tratto compreso tra viale De Laurentis e via Papa Pio XII), viale De Laurentis (nel tratto compreso tra viale Gandhi e viale Kennedy) e tutta l’area circostante piazzetta dei Papi, attualmente al centro di un altro intervento generale di riqualificazione dell’area verde.

    Complessivamente saranno 52 i nuovi corpi illuminanti a led, di cui 18 da 190 watt, 16 da 144 watt e 18 da 42 watt, per una potenza complessiva di 6,5 kw che corrispondono a circa la metà di quella attualmente utilizzata in questi tratti stradali. Invece, saranno 34 i nuovi pali, 16 dei quali con uno speciale doppio braccio di 6 metri da ciascun lato, per permettere alle nuove luci di fuoriuscire dalle chiome degli alberi evitando fenomeni di oscuramento legati al fogliame. Avranno tutti un’altezza di 8 metri, leggermente più bassa rispetto a quella dei sostegni stradali usati tradizionalmente. Saranno, infine, realizzati due nuovi quadri elettrici che consentiranno il telecontrollo da remoto del sistema di illuminazione.

    “Sono cominciati in questi giorni i lavori di scavo finalizzati all’inserimento dei blocchi di fondazione dei nuovi pali - commenta l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso -. Infatti, diversamente da quanto accaduto nel corso di altri interventi simili, in questo caso non saranno sostituiti soltanto i corpi illuminanti ma anche molti pali e le linee elettriche, troppo vecchie e caratterizzate da continue avarie soprattutto in caso di pioggia. Inoltre l’attuale impianto non dialoga con la vegetazione esistente, composta da grandi alberi posizionati negli spartitraffico centrali che di fatto offuscano la luce prodotta. Pertanto, anche i siti scelti per l’installazione dei sostegni sono altri rispetti a quelli odierni, proprio per eliminare completamente le zone d’ombra. Ovviamente l’impianto esistente resterà in funzione fino a quando non sarà pronto il nuovo. Come sempre, l’intervento non permetterà solo di avere una migliore qualità della luce (bianca da 3000 gradi kelvin senza alterazioni cromatiche) e un livello di illuminazione maggiore (circa 40 lux medi omogeneamente distribuiti) ma anche di ottenere un grande risparmio di energia elettrica grazie alla tecnologia led, che corrisponde a circa la metà del consumo rispetto a quanto accade oggi”.

    Il nuovo impianto entrerà in funzione al massimo entro l’inizio della prossima primavera. I lavori in corso sono stati aggiudicati all’azienda Sea srl con un ribasso d’asta di circa il 30%, che verrà comunque utilizzato nell’ambito di questo cantiere con lavori supplementari di completamento. 

  • Anche a Parco Due Giugno un nuovo impianto di illuminazione

    Comune BariE’ stato approvato nell’ultima seduta del 2018 il progetto esecutivo dei lavori di efficientamento energetico dell’impianto di pubblica illuminazione, realizzazione di un nuovo impianto di videosorveglianza e wireless e installazione di dispositivi di regolamentazione degli ingressi al parco di largo 2 Giugno.

    La grande area verde cittadina, infatti, necessita da tempo di interventi di ammodernamento dell’impianto di pubblica illuminazione, la cui realizzazione risale a molti anni fa, che allo stato non riesce più a garantire un adeguato livello di illuminazione nelle ore serali.

    Grazie ai lavori previsti, l’attuale impianto sarà completamente sostituito con il montaggio di nuove luci a led, più intense nelle aree maggiormente frequentate - ad esempio l’area giochi destinata ai più piccoli, i viali, le zone di ingresso e il prato centrale che oggi è completamente buio - e l’installazione di pali nei viali secondari e non pavimentati che ne sono sprovvisti. Contestualmente sarà realizzato un moderno impianto di videosorveglianza, diffuso e collegato con la sala operativa della Polizia locale, per il controllo dell’area.

    “Anche agli ingresso del parco di largo 2 Giugno, come già previsto per il parco Giovanni Paolo II e per la pineta San Francesco - commenta l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso -, provvederemo ad installare i dispositivi fissi testati con successo sulla spiaggia di Pane e Pomodoro che, consentendo il passaggio delle persone in carrozzina, impediscono però l’accesso a scooter e ciclomotori. Il bando sarà pubblicato nei primi giorni del nuovo anno, e contiamo di avviare i lavori in primavera”.

    L’intervento, dell’importo complessivo di € 1.100.000, è finanziato con le risorse stanziate per il “Patto per lo Sviluppo della Città Metropolitana di Bari” impegnate in favore del Comune di Bari.

  • Baia San Giorgio, al via i lavori per l'illuminazione

    cantiere illuminazione a baia San GiorgioQuesta mattina, il sindaco Antonio Decaro e l’assessore ai Lavori Pubblici Giuseppe Galasso hanno effettuato un sopralluogo nella zona di baia San Giorgio per verificare l’inizio dei lavori per la realizzazione del nuovo impianto di illuminazione al servizio dell’ultimo tratto della lama San Giorgio, quello compreso tra la linea di costa ed il ponte ferroviario.

    I lavori consistono nell’installazione di 16 pali nuovi con altrettanti corpi illuminanti con tecnologia led. Oggi l’impresa aggiudicataria era impegnata nel tracciamento degli scavi per individuare i punti di posizionamento dei nuovi plinti in corrispondenza dei quali verranno montate le nuove luci fra circa 30 giorni, il tempo necessario ad effettuare la fornitura dei materiali occorrenti.

    L’importo complessivo dell’intervento, al netto del ribasso, è di 56.342,45 euro.

    “L’illuminazione di questa zona è una risposta ai residenti e a tutte le persone che amano questa parte della nostra costa - spiega il sindaco Decaro - che pian piano stiamo cercando di rendere fruibile. Abbiamo terminato i lavori del camminamento pedonale e ora arriviamo con l’illuminazione che dal retro costa, sotto i viadotti della ferrovia e della litoranea, arriverà fino al mare. Questi, che sembrano piccoli interventi, in realtà possono rappresentare un cambio di rotta per un ambiente che, se illuminato e frequentato, diventa non praticabile per chi ha fini illeciti. In prosecuzione con questo tratto di lungomare, nelle prossime settimane avvieremo anche la nuova illuminazione di strada detta della Marina a San Giorgio, per favorire i tanti cittadini che vi si trasferiscono nella stagione estiva oltre quelli che vi risiedono stabilmente tutto l’anno”.

    “I corpi illuminanti che stiamo installando - precisa Galasso - oltre ad essere rispettosi degli standard di efficienza energetica ormai in uso in tutti gli interventi di adeguamento o rifacimento degli impianti di illuminazione comunale, saranno particolarmente resistenti all’azione aggressiva e costante del mare e della salsedine. Questa è una novità che abbiamo previsto per l’illuminazione nelle zone costiere in modo da prevenire malfunzionamenti e continue riparazioni. Allo stesso modo, siccome sappiamo che la zona è stata interessata negli anni da usi scorretti favoriti proprio dall’assenza di illuminazione, abbiamo messo in atto anche alcuni accorgimenti per scongiurare atti vandalici oltre alla predisposizione del sistema di videosorveglianza prevista con un nuovo accordo quadro in corso di aggiudicazione, e con il quale contiamo di installare anche telecamere per il presidio e il controllo di quest’area”..

    La data di ultimazione dei lavori è prevista per la fine del prossimo mese di marzo e, nelle more del cantiere, l’Amiu sta programmando una intensa attività di pulizia dell’intera area, presa d’assalto anche dagli incivili che nel corso degli anni hanno l’hanno utilizzata abusivamente come discarica. 

  • Bari scopre il fascino del Fortino illuminato

    Fortino illuminatoSono state accese ieri pomeriggio, poco dopo il tramonto, le luci del nuovo impianto di illuminazione artistica realizzato da Enel X sulla Muraglia e sul Fortino Sant’Antonio. All’accensione, che valorizza uno dei luoghi più affascinanti della città vecchia, hanno assistito l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso e il direttore di Enel Italia Carlo Tamburi.

    Gli interventi di Enel X, la business line del gruppo Enel dedicata ai servizi innovativi e alle soluzioni digitali, hanno interessato il tratto di Muraglia che parte da via Venezia e prosegue dal Fortino verso la Basilica di San Nicola per raggiungere il complesso di Santa Scolastica.

    Il nuovo impianto è ispirato ai principi di sostenibilità grazie a un sistema di illuminazione all’avanguardia: circa 130 punti luce dotati di nuovi proiettori a led, infatti, consentiranno di conseguire un risparmio energetico pari al 50% rispetto alla tecnologia tradizionale. Il sistema, inoltre, può cambiare colore e creare nuovi scenari di luce rispondendo così ad eventuali esigenze scenografiche in occasione di eventi particolari.

    “La luce ha il potere di valorizzare edifici e spazi pubblici delle nostre città - ha dichiarato Giuseppe Galasso - cambiando la nostra stessa percezione delle cose, anche di quelle che guardiamo da sempre. Il progetto di illuminazione artistica della Muraglia dimostra come la bellezza possa essere resa ancor più suggestiva da un uso accurato e sapiente delle luci. Da stasera, quindi, Bari si mostra a cittadini e turisti ancora più bella, anche grazie a un sistema di illuminazione a led basato sulla sostenibilità e sul risparmio energetico. Per questo ringrazio Enel X che ha voluto effettuare questo investimento con generosità e grande attenzione per uno degli scorci più incantevoli della nostra città”.

    “Siamo estremamente soddisfatti di avere contribuito a realizzare un’infrastruttura innovativa e sostenibile in grado di valorizzare la bellezza di uno dei luoghi più suggestivi della città di Bari - ha commentato Carlo Tamburi -. Innovazione e sostenibilità sono due cardini della visione di Enel che, in associazione alla lungimiranza dell’amministrazione comunale, fanno sì che Bari disponga di una nuova illuminazione capace di coniugare efficienza e sostenibilità, tutelando il patrimonio artistico della città”.

  • Bari, a Poggiofranco realizzato un nuovo impianto d'illuminazione

    giardino tra viale de laurentis e via mitolo 1 2E’ stato completato l’impianto di pubblica illuminazione presso l’area verde esistente all’intersezione tra viale De Laurentis e via Mitolo, a Poggiofranco. Questa mattina l’assessore ai Lavori Pubblici Giuseppe Galasso, accompagnato dal presidente del Municipio II Andrea Dammacco e dal consigliere comunale Giuseppe Muolo, che si era fatto portavoce dei residenti, si è recato sul posto per un sopralluogo.

    Il giardinetto, realizzato con piantumazione di alberi circa 40 anni fa all’epoca dell’urbanizzazione dell’area e successivamente completato di vialetti e panchine circa 15 anni fa, è un luogo molto frequentato dai residenti, in particolare nelle ore serali, ma non era mai stato dotato di pubblica illuminazione.

    “Si tratta di un piccolo intervento - commenta Giuseppe Galasso - che risolve però un grande problema. Abbiamo riutilizzato 22 corpi illuminanti acquistati per piazza Cesare Battisti che in quel contesto risultavano troppo distanziati per una buona illuminazione e che in questo spazio, ben più piccolo, forniscono invece la luce necessaria. Per questo l’intervento ha avuto un costo esiguo, solo 10mila euro, essendo stato inoltre realizzato nell’ambito dell’appalto corrente sulla manutenzione della pubblica illuminazione in città. Il nostro impegno è quello di riuscire a illuminare adeguatamente quanti più spazi pubblici possibile, iniziando da quelli che sono sprovvisti di illuminazione o che comunque presentano carenze negli impianti, perché sappiamo che più illuminazione significa più sicurezza insieme alla possibilità che quegli spazi vengano vissuti tranquillamente dai cittadini. Questo lavoro si inserisce in un quadro di interventi molto più ampio, che nel 2018 vedrà, tra l’altro, l’esecuzione di impianti di pubblica illuminazione nel giardino di via Loiacono ad angolo con via Caldarola e in quello tra via Carabellese e via Papalia, entrambi a Japigia, nel giardino in via Trisorio Liuzzi, a Carbonara, e in alcune strade periferiche tra cui in via Torre dei Cani, al San Paolo, e traversa Sant’Anna, a San Giorgio, via San Giorgio Martire, nonché il potenziamento dell’illuminazione di piazza Risorgimento e la sostituzione di mille corpi illuminanti sospesi nelle strade del Libertà, intervento, quest’ultimo, che riteniamo cambierà radicalmente la percezione della sicurezza nel quartiere”.

  • Barletta si rifà il look e comincia dallo spazzamento delle strade

    barletta palazzo di citta esternoEmanate dall’Ufficio Traffico del Comune di Barletta due ordinanze istituenti obblighi e divieti per consentire lo spazzamento meccanizzato delle strade cittadine nelle varie ore della giornata da parte della società Bar.S.A. e per la manutenzione straordinaria degli impianti di pubblica illuminazione che prevede la sostituzione di pali in diverse vie urbane.

    In particolare, per quanto riguarda le attività di pulizia, il provvedimento ordina il divieto di sosta con rimozione temporanea dalle ore 05 alle 9.00, sulle seguenti strade e modalità:

    Tabella 1 - Primo lunedì del mese, lato civici dispari – Primo martedì del mese, lato civici pari: via Milano, via Boggiano, via Canne, via Togliatti, via Scommegna, via Musti, via Firenze.

    Tabella 2 – Primo mercoledì del mese, lato civici dispari – Primo giovedì del mese, lato civici pari: via Milano, via San Francesco d’Assisi, via Palestro, via Venezia, via Regina Margherita, corso Vittorio Emanuele, via Nanula, via Roma.

    Tabella 3 – Primo venerdì del mese, lato civici dispari – Primo sabato del mese, lato civici pari: via S. Samuele, via Solferino, via Del Gelso, via Ofanto, via Prascina, via Mons. Dimiccoli, via Magenta.

    Tabella 4 - Secondo lunedì del mese, lato civici dispari – Secondo martedì del mese, lato civici pari: via Canosa, via Madonna della Croce, via Barberini.

    Per quanto concerne l’altro provvedimento, finalizzato alla salvaguardia della pubblica e privata incolumità, dal 29 ottobre, sino al termine dei lavori, per i tratti stradali adiacenti ed interessati dai lavori è istituito il divieto di sosta con rimozione dalle ore 0.00 alle 24.00 e il divieto di transito a tutti i veicoli sulle vie di seguito indicate: via Dante Alighieri, viale Manzoni, via Leopardi, via Da Vinci, via Rionero, via Barberini, via Parrilli, via Monfalcone, via Beccaria, via Filannino, via Zanardelli, via Brunelleschi, via Buonarroti, via Bramante, via Amendola, via Fracanzano, via Violante, via Prascina, via Regina Margherita, lungomare Mennea, via Carli, via Dei Melograni, via Foggia, via Trani.

    Il testo integrale delle due ordinanze su www.comune.barletta.bt.it

  • Barletta, nuova illuminazione per la litoranea di ponente

    Cannito fascia tricoloreSarà presto dotata di un nuovo e più efficiente impianto di illuminazione la litoranea di Ponente a Barletta, un impianto a Led che la renderà più sicura soprattutto per i pedoni che la frequentano anche nelle ore serali e notturne. Le attuali lampade, a vapore di mercurio, sono fuori produzione da tempo dopo che ne è stata vietata la commercializzazione. Non era, dunque, possibile sostituirle.

    Bar.s.a. su disposizione e d’intesa con l’amministrazione comunale, ha investito circa 90.000 euro per l’acquisto di nuove lampade a Led. E’ stata bandita una gara, che è stata aggiudicata e si è in attesa che l’aggiudicazione diventi definitiva.

    “Molto presto l’impianto sarà realizzato – ha detto il sindaco Cosimo Cannito – ed è nostro intento fare in modo che per le celebrazioni della festa patronale la litoranea “Mennea” sia illuminata e sicura”. “Nell’attesa – ha aggiunto il primo cittadino – la raccomandazione agli automobilisti è quella di rispettare il limite di velocità di 30 chilometri orari e, a tutti, di essere particolarmente prudenti”.

    A proposito di interventi lungo la litoranea, come annunciato, questa mattina sono cominciati i lavori di riqualificazione e rifacimento di marciapiedi e alberatura, lato terra, che interessano un primo tratto lungo 200 metri di strada, fino all’ingresso del parcheggio comunale. Mentre dai giorni scorsi si sta intervenendo sulle balaustre, rimuovendo e sostituendo quelle in cattivo stato e pericolose e ritinteggiando quelle in buono stato.

  • Barletta, nuova illuminazione sulla litoranea di ponente

    Barletta litoranea ponenteSono iniziati questa mattina a Barletta i lavori per il potenziamento dell’illuminazione lungo la litoranea Mennea a Ponente. L’intervento riguarda un primo tratto che parte dal porto e arriverà fino all’incrocio con via Scommegna, per un totale di circa 80 nuove lampade a Led.

    I tempi previsti per tale primo intervento, a cura di da Bar.s.a. su disposizione e d’intesa con l’Amministrazione comunale, sono di circa una settimana.

    “Come annunciato i lavori sono cominciati - ha detto il sindaco Cosimo Cannito – e consentiranno di garantire maggiore sicurezza a tutti coloro che quotidianamente frequentano la litoranea, ricordando sempre agli automobilisti di rispettare i limiti di velocità”.

  • Barletta, nuovo impianto di illuminazione alla zona 167

    Barletta 167E’ stato completato ed è entrato on funzione l’intero impianto di illuminazione pubblica nel grande cantiere della zona167 a Barletta. Sarà così garantita al quartiere più sicurezza e vivibilità anche in Via Falcone Borsellino, nel prolungamento di via Barberini, e in via Carlo Alberto dalla Chiesa, via Livatino, via Puglisi, via Chinnici, via Pio La Torre, via Scopelliti, via Ettore Borgia, via Padre Di Bari, via Morelli, via Frezza, via Italia.

    L'innovativo impianto, dotato di un sistema che consente automaticamente la riduzione dei flussi luminosi nel pieno rispetto delle normative regionali per l’abbattimento dell’inquinamento luminoso, è realizzato con apparecchi di ultima generazione ad elevato contenimento energetico.

    "Si tratta di un altro passo verso la conclusione dei lavori di urbanizzazione della nuova 167, un impegno che questa amministrazione – ha rilevato il sindaco Pasquale Cascella – porta avanti con determinazione e rigore per superare ogni intralcio e difficoltà nel compimento di un obiettivo strategico di riqualificazione e rigenerazione urbana in una visione unitaria della città”.

    L'assessore ai Lavori pubblici Marina Dimatteo sottolinea a sua volta che alla ultimazione dell’impianto di illuminazione pubblica si sta affiancando la realizzazione delle piste ciclabili e la piantumazione di essenze arboree lungo i viali, attività che cominciano a dare un volto al quartiere. Altre opere di completamento come la segnaletica orizzontale e verticale, daranno la possibilità di gestire in modo adeguato il traffico veicolare e pedonale rendendo più sicuro il quartiere".

  • Completato l'impianto di illuminazione di viale Europa

    impianto p.i. viale europa 2E’ completato e in funzione il nuovo impianto di pubblica illuminazione realizzato in viale Europa, al quartiere San Paolo, con l’installazione di 43 nuovi pali, con annesse luci a led, nel tratto compreso tra la scuola degli Allievi della Guardia di Finanza e la rotatoria in prossimità dell'hotel Parco dei Principi, all'incrocio con via D'Annunzio, tratto stradale fino ad oggi completamente sprovvisto di illuminazione.

    Nell’ambito dello stesso intervento 7 nuovi pali con corpi illuminanti da 38 watt erano stati già installati in via Luisi, a Santo Spirito.

    “Grazie a questo progetto dell'importo complessivo di 200 mila euro – commenta l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso - siamo riusciti ad illuminare circa 1,5 km di strade comunali in precedenza completamente buie e caratterizzate da un importante flusso veicolare oltre che pedonale. Illuminare le strade equivale a renderle più sicure, e farlo utilizzando tecnologia a led consente anche di conseguire un significativo risparmio energetico rispetto ai tradizionali sistemi di illuminazione. Efficientamento energetico e sicurezza dei luoghi pubblici sono tra gli obiettivi principali che caratterizzano tutte le opere pubbliche che stiamo realizzando, prestando sempre attenzione alle richieste del territorio che, come in questo caso, attendevano da tempo una risposta”.

  • Due pali della luce per illuminare la parrocchia di Catino

    pali luceDue pali della pubblica illuminazione sono stati installati sul tratto di strada di accesso alla nuova parrocchia di San Nicola, in piazza Mariano Magrassi, a Catino. Si tratta di un intervento che rientra nell’ambito della manutenzione annuale degli impianti di pubblica illuminazione della città. Con i due corpi illuminanti sono stati montati anche due proiettori.

    “A partire da ieri sera l’impianto è funzionante - ha commentato l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso -. Abbiamo accolto una richiesta dei residenti del quartiere e dello stesso parroco, don Luciano Cassano, i quali ci avevano chiesto un intervento in tal senso sin dall’inaugurazione. Questo è un piccolo ma significativo segnale di attenzione dell’amministrazione nei confronti delle aree più periferiche della città. È giusto e doveroso rispondere a questo genere di esigenze che, oltre a rivestire una funzione sociale, restituiscono dignità a un’intera comunità”. 

  • E' funzionante la nuova illuminazione di via Sparano

    via Sparano illuminazioneDa qualche giorno la dotazione impiantistica e tecnologica di via Sparano è completamente installata e funzionante.

    Si tratta di un intervento che si è esteso rispetto alle previsioni iniziali del progetto grazie all’utilizzo delle migliorie richieste dall’amministrazione nel bando di gara, e proposte dall’appaltatore in sede di offerta,  e che hanno permesso di coprire anche l’area delle intersezioni dei diversi “salotti  verdi” realizzati in corrispondenza degli incroci, come da indicazioni richieste e suggerimenti pervenuti da cittadini e associazioni durante la fase di partecipazione.

    In queste ore, quindi, grazie alle immagini delle 45 telecamere presenti sulla strada commerciale, è stato possibile verificare come è migliorata la visibilità a seguito dell’accensione della nuova illuminazione facendo un confronto della luminosità prima e dopo l’accensione del nuovo impianto in corrispondenza degli incroci.

    Nello specifico è opportuno precisare che con l’installazione di nuovi corpi illuminanti, in totale 242, è possibile illuminare e monitorare non solo via Sparano ma anche due isolati delle traverse che confluiscono sulla strada commerciale.  

    Infatti i 121 pali complessivamente installati a sostegno delle nuove luci sono di altezza variabile per consentire una omogenea diffusione della luce e favorire l’illuminazione anche in presenza delle alberature piantumate nei salotti verdi, evitando oscuramenti da rami e fogliame .

    Lungo la strada sono state inoltre installate11 torrette a scomparsa per l’adduzione elettrica straordinaria, utili a poter gestire la corrente in tutti i punti individuati in caso di eventi in contemporanea o sui singoli isolati, oltre a 22 diffusori sonori e 11 antenne wifi che favoriscono la connessione libera per tutti i passati.

    Infine sono 3.500 i metri di cavo dati, che favoriscono una connessione di informazioni tra tutte le apparecchiature presenti e altri 2.000 metri di cavo per la copertura di 12 fibre ottiche comunali che raggiungono Palazzo di Città, dove è attivo il server che trasmette gratuitamente le immagini della videosorveglianza in massima risoluzione al comando della Polizia locale.

    “Con questo ultimo intervento sull'illuminazione completiamo le lavorazioni in via Sparano che oggi non solo appare notevolmente migliorata sotto il profilo estetico ma diventa anche più tecnologica e sicura - spiega l'assessore Galasso -. Questo importante lavoro di riqualificazione rappresenta un investimento sicuramente importante da parte dell’amministrazione comunale, convenientemente congruo rispetto al risultato finale conseguito se si pensa che, calcolando gli 800 metri di lunghezza della strada e l’estensione di oltre 15.000 mq comprensiva della superficie delle traverse comunque interessate dai lavori, in rapporto al costo complessivo dell’opera, che ammonta a circa 4,6 milioni di euro, possiamo tranquillamente dire che la nuova via Sparano, completa di infrastrutture tecnologiche, è costata 300 euro al metro quadro. Una spesa più che rispettosa delle risorse pubbliche impiegate a fronte del risultato raggiunto. Un’ opera pubblica che possiamo tranquillamente definire un “modello” da imitare e ripetere sia per la qualità dei lavori eseguiti sia per la flessibilità progettuale posta in essere che ha recepito le esigenze dei cittadini. A testimonianza del valore dell’intervento realizzato c’è sicuramente l’attività che la Polizia locale in queste ore sta conducendo sulle immagini delle telecamere installate in corrispondenza dell’incrocio con via Dante, dove purtroppo la notte scorsa si è verificato un furto presso una nota libreria cittadina".

  • Finalmente raddoppiata l'illuminazione di piazza Cesare Battisti

    piazza cesare battisti illuminata 3 2Da ieri sera sono visibili gli effetti degli interventi di manutenzione straordinaria sulla pubblica illuminazione in piazza Cesare Battisti, a Bari.

    Come annunciato in occasione della rimozione dei gazebo dalla piazza che impedivano una piena visibilità dell’area, sono terminate le attività di potenziamento dell’illuminazione pubblica e di installazione dei dispositivi di videosorveglianza avviate dall’amministrazione comunale nell’ambito delle azioni di riqualificazione e miglioramento delle piazze Umberto e Cesare Battisti, in esecuzione della relativa ordinanza sindacale.

    Nello specifico sono stati sostituiti 28 corpi illuminanti da 150 watt con altri nuovi da 37 watt dotati di lampade a led, che garantiscono migliori prestazioni in termini di efficentamento energetico.

    Inoltre, in corrispondenza di 15 pali singoli da 70 watt, sono stati sostituiti i corpi illuminanti inserendo quelli doppi a due bracci, quindi 30 corpi illuminanti in luogo dei 15 originari, aventi anche maggiore potenza, pari a 150 watt.

    Pertanto, il numero complessivo dei corpi illuminanti presenti in piazza Cesare Battisti è stato incrementato con l’installazione di 43 nuovi punti luce, alcuni dei quali a basso consumo, grazie all’utilizzo della tecnologia a led.

    In questo modo l’effetto prodotto è un’illuminazione media nelle aree di intervento che si eleva a circa 35 lux a pavimento, rispetto alla precedente di circa 18 lux, con un potenziamento pari al doppio della visibilità notturna nella piazza e, più in generale, con un miglioramento complessivo delle condizioni di sicurezza.

    Per quanto riguarda la videosorveglianza invece, sono state montate 12 telecamere in piazza Cesare Battisti e 16 nella vicina piazza Umberto. Le telecamere già funzionanti sono visibili dalla sala operativa della polizia municipale, e consentono la registrazione e conservazione delle immagini per circa 7 giorni.

  • Illuminate due aree di sosta dello stadio "San Nicola"

    stadio San Nicola di seraE’ in funzione da ieri sera il nuovo impianto di pubblica illuminazione realizzato su strada Torre Tresca, nei pressi dello stadio San Nicola.

    L’intervento, dell’importo complessivo di circa 300mila euro, ha interessato 1,2 chilometri di strada, compreso un tratto di via Ludwig, con l’installazione di 50 corpi illuminanti con tecnologia a led su pali di 8 metri, il cui funzionamento può essere controllato a distanza. I lavori hanno anche riguardato l’illuminazione dei due piazzali adibiti a parcheggio vicini: nel più grande è stato installato un palo da 12 metri che monta sei proiettori da 1000 watt ciascuno, mentre in quello più piccolo un palo da 12 metri con quattro proiettori, sempre da 1000 watt.

    Nel corso del cantiere si è proceduto inoltre alla predisposizione del sistema di videosorveglianza. 

  • Illuminazione e videosorveglianza, Bari punta forte sulla sicurezza

    Carbonara torri faro nellara prato La GemmaApprovata in giunta a Bari la seconda annualità dell’accordo quadro per la riparazione, l’adeguamento e il potenziamento degli impianti di videosorveglianza cittadini. Attraverso questo provvedimento viene avviata la procedura per l’installazione di altre 100 telecamere su tutto il territorio.

    L’obiettivo è quello di incrementare la dotazione delle apparecchiature fino a un numero di 500. Il posizionamento dei vari sistemi sarà definito e concordato di volta in volta con le forze dell’ordine in base alle esigenze di controllo di alcune aree più critiche rispetto ad altre.

    L’accordo quadro, della durata di un anno, prevede anche la manutenzione delle videocamere esistenti, per un importo complessivo di 950mila euro.

    Nel corso della stessa giunta è stato approvato anche l’accordo quadro relativo alla riqualificazione e all’estensione degli impianti di pubblica illuminazione. Saranno privilegiati giardini, piazze, assi viari principali e ambiti urbani omogenei (come la zona contigua alla Fiera del Levante) della città.

    L’obiettivo è quello di risolvere le problematiche segnalate dai Municipi o dagli stessi residenti nel modo più rapido possibile. Tra i primi interventi, l’illuminazione delle strade e dei giardini del Villaggio Trieste, attualmente nella proprietà di Arca Puglia ma in procinto di passare nella disponibilità del Comune di Bari, e di strada del Tesoro, che collega Fesca al San Paolo, una via molto utilizzata dai residenti soprattutto d’estate. L’importo complessivo ammonta a 1 milione 600mila euro di fondi rivenienti dal Patto per lo sviluppo della Città metropolitana di Bari.

    “Ci confronteremo con le forze dell’ordine per individuare le posizioni più opportune per le nuove telecamere - ha commentato Giuseppe Galasso - E contiamo di avviare le installazioni delle videocamere entro l’inizio della stagione estiva per completare tutta la nuova fornitura fino alla fine dell’anno. Per quanto riguarda il secondo provvedimento invece, abbiamo stabilito di intervenire quanto prima su un territorio che davvero necessita di una serie di lavori rilevanti, come il Villaggio Trieste. L’illuminazione, infatti, è uno dei problemi più grandi e maggiormente sentiti dai residenti. L’impianto esistente di proprietà di Arca Puglia , con la presenza di pali a tratti pericolanti, è ormai obsoleto e non più in grado di soddisfare le legittime aspettative dei cittadini. Anche strada del Tesoro richiede un intervento corposo in quanto molto buia in diverse zone del percorso. A questi due interventi se ne aggiungeranno tanti altri, individuati volta per volta”.

  • Illuminazione e videosorveglianza: Parco Due Giugno diventerà un luogo a misura di cittadino

    parco due giugno lavoriSono cominciati questa mattina i lavori per la realizzazione dei nuovi impianti di illuminazione e videosorveglianza, nonché di regolamentazione degli accessi al parco di largo 2 Giugno.

    Si tratta di un intervento che cambierà completamente la percezione di questa area a verde, la seconda per estensione nella città di Bari, che sarà interessata dall’installazione di circa 250 nuovi corpi illuminanti a led con potenze differenziate (182 o 108 watt, a seconda dell’allocazione in altezza), in grado di illuminare tutte le zone del parco, a differenza di quanto accade allo stato attuale con zone d’ombra, di penombra o completamente buie poiché prive di illuminazione. Novità importante è rappresentata dall’illuminazione di tutta l’area centrale ricoperta dal prato, che sarà finalmente fruibile in sicurezza anche nelle ore serali.

    Per quanto riguarda il sistema di videosorveglianza, saranno istallate 30 nuove telecamere collegate con la sala comando della Polizia locale: si tratta dei dispositivi che rispondono allo standard impiegato in interventi analoghi (4k ad alta risoluzione), con riprese notturne ad infrarossi e conservazione delle immagini (per circa 7 giorni) presso i server della Polizia locale in modo da consentirne l’utilizzo quando richiesto. Le telecamere, infatti, saranno puntate sulle aree di maggior aggregazione: le aree ludiche, il prato centrale, i viali secondari e gli accessi.

    Proprio in corrispondenza degli accessi saranno montati nuovi dispositivi sul modello di quelli sperimentati a Pane e pomodoro, che consentono l’entrata delle persone in carrozzina impedendo, al contempo, l’ingresso a motocicli e ciclomotori. In caso di tipologie di carrozzina diverse dagli standard più diffusi, sarà disponibile un cancelletto con videocitofono e telecamera collegati con il comando della Polizia locale che potrà azionarne l’apertura da remoto.

    “I lavori dureranno circa 5 mesi - commenta il sindaco Antonio Decaro che questa mattina si è recato sul cantiere - in modo da terminare l’intervento entro la prossima primavera. Fino ad allora alcune aree del parco saranno inibite all’accesso durante i lavori per consentire all’azienda di effettuare gli scavi per la nuova dorsale di alimentazione e il posizionamento dei nuovi plinti che ospiteranno i pali della pubblica illuminazione. Ma il parco non resterà mai al buio perché il vecchio impianto sarà dismesso solo con l’entrata in funzione del nuovo. Abbiamo prestato la massima attenzione allo studio illuminotecnico del progetto esecutivo proprio per garantire una distribuzione della luce quanto più possibile omogenea, evitando il contrasto tra picchi di luce e zone scarsamente illuminate. Interventi analoghi saranno realizzati anche nella pineta San Francesco, dove sono già cominciati i lavori, e nel parco Giovanni Paolo II al San Paolo”.

    “I nuovi corpi illuminanti saranno posizionati lontano dalle chiome degli alberi, anche in considerazione della loro crescita - sottolinea l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso - , dando così pieno adempimento ai nuovi obblighi normativi che specificatamente impongono che lo studio illuminotecnico debba tener conto della vegetazione presente in modo da non compromettere l’efficacia dell’impianto a farsi. Il progetto, redatto internamente dagli uffici tecnici comunali, rispetta appieno anche i criteri ambientali minimi recentemente introdotti dal legislatore, e permetterà di conseguire una riqualificazione importante di parco 2 Giugno: insieme al recente potenziamento delle strutture ludico-sportive eseguito nell’ambito della ristrutturazione del campo da basket e della realizzazione del nuovo playground, fortemente voluti da Pietro Petruzzelli, i nuovi impianti favoriranno una maggiore frequentazione del parco, di giorno e ancor di più di sera, con evidenti benefici per la qualità della vita di coloro i quali avranno la possibilità o il piacere di trascorrere il loro tempo libero all’interno di quest’area verde pubblica”.