Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

fal  fal

palestra

  • Inaugurata la nuova palestra alla "Levi Montalcini" di Torre a Mare

    Decaro Torre a MareSi è tenuta questa mattina l’inaugurazione della nuova palestra coperta realizzata al servizio della scuola media “Rita Levi Montalcini”, in largo Leopardi 2, a Torre a Mare. Alla cerimonia hanno partecipato il sindaco Antonio Decaro, l’assessora alle Politiche educative e giovanili Paola Romano, il presidente del Municipio I Lorenzo Leonetti e la dirigente scolastica Anna Maria Lagattolla.

    La palestra costituisce un corpo autonomo rispetto all’edificio scolastico, dotato di impianti di illuminazione e riscaldamento e di accesso esterno, in modo da consentire anche ai residenti di usufruirne in orari extrascolastici. La struttura dispone di un campo polivalente per la pallavolo e la pallacanestro con pavimentazione in gomma, di due ampie zone servizi divise per sessi, comprensive anche di spazi spogliatoio per insegnanti, e dei rispettivi servizi igienici, di uno spogliatoio per il personale e un bagno per persone con disabilità, oltre a locale predisposto per eventuali visite mediche e pronto soccorso. Il lungo corridoio luminoso di raccordo tra gli spogliatoi e la palestra potrà essere utilizzato anche per l’allestimento di attività espositive, contando sull’illuminazione garantita da un patio.

    Completa l’opera un piccolo spazio esterno recintato che consentirà l’accesso alla palestra in totale sicurezza.

    “Questa è una scuola che non ha mai avuto una palestra né uno spazio idoneo all'attività sportiva dei ragazzi - ha dichiarato il sindaco Decaro -. Oggi quindi, attraverso la realizzazione di questa struttura, non abbiamo solo dato alla scuola un luogo dedicato allo sport ma uno spazio al servizio del quartiere dove stare insieme, incontrarsi, organizzare attività per adulti e bambini. Un’opera pubblica non è solo cemento e pilastri, l'opera pubblica è anche comunità. Opere pubbliche come questa rappresentano anche la nostra idea di politiche educative, perché qui i ragazzi impareranno a rispettare le regole attraverso lo sport, perché questo è un investimento sul benessere e su una migliore qualità della vita, perché qui durante le ore scolastiche o nel pomeriggio alunni e residenti, di ogni età, potranno fare attività fisica e movimento. Qui i ragazzi avranno un'alternativa alla strada d’estate o durante le ore pomeridiane, gli anziani potranno organizzare serate danzanti o tornei di burraco, fare attività motoria, qui la comunità potrà riunirsi quando ci saranno decisioni da prendere. Da oggi Torre a Mare ha un nuovo spazio pubblico ma anche un punto di riferimento, e tutti i bambini che affronteranno il loro percorso scolastico in questo quartiere non avranno mai a che fare con una scuola senza palestra, come purtroppo è successo a tanti di noi”.

    “Questa è la prima delle palestre scolastiche che inauguriamo - ha sottolineato Paola Romano - a cui seguiranno quelle della scuola Massari Galilei e della Cirielli al San Paolo. Questi lavori sono stati seguiti direttamente dai ragazzi che hanno coprogettato con noi l’opera grazie al percorso di Save the Children, dandoci spunti molto interessanti.

    Le palestre rappresentano non solo un luogo dove fare educazione fisica ma dove poter stare insieme e giocare, e in questo caso non solo in favore degli studenti ma dell’intera comunità di Torre a Mare”.

    “Finalmente anche l'istituto Rita Levi Montalcini del Municipio I ha la sua palestra scolastica - ha concluso Lorenzo Leonetti -. Uno spazio coperto e attrezzato per svolgere attività sportive non solo durante le ore scolastiche ma anche dopo, quando il suono della campanella sarà sostituto da quello del fischietto dell'allenatore durante una seduta di allenamento. Un impegno preso con la comunità del quartiere di Torre a Mare, che oggi finalmente possiamo onorare. Questa palestra diventerà, quindi, un valido contenitore sportivo al servizio della comunità torreamarese, sogno anche di molti ex alunni”.

    La nuova palestra coperta, i cui lavori di realizzazione ammontano complessivamente a 600.000 euro, è stata costruita a seguito della demolizione dell’immobile che ospitava le due sezioni della scuola materna “Ardito”. Sarà accessibile da via Bonghi e via Di Tullio.

  • Piove nella palestra "Portoghese", individuate le cause

    galasso palestra Portoghese 2Questa mattina l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso, accompagnato dal presidente della commissione consiliare Cultura e Sport Giuseppe Cascella e dai tecnici comunali, ha effettuato un sopralluogo nei locali della palestra Portoghese sottostanti le tribune dello Stadio della Vittoria (ingresso da viale di Maratona), per verificare alcune criticità segnalate dai gestori e relative a fenomeni di infiltrazione di acqua sulla parte esterna con conseguente umidità diffusa negli spazi interni

    “Nel corso del sopralluogo odierno - spiega Giuseppe Galasso - abbiamo individuato l’origine del problema, legato verosimilmente ad una striscia metallica, in gergo tecnico scossalina, messa in opera molti anni fa sul prospetto esterno che, con il passare del tempo, si è distanziata dalla parete causando delle piccole lesioni che permettono all’acqua di infiltrarsi in occasione delle piogge. L’intervento ipotizzato riguarda perciò la rimozione della striscia in questione e la sua sostituzione con nuove rifiniture edili eseguite con l’impiego di malte e resine speciali che saneranno le fessure impermeabilizzando al contempo la parete. Se, come crediamo, l’intervento si rivelerà efficace, procederemo poi alla ritinteggiatura delle pareti interni per ripristinare le condizioni di salubrità di questa palestra storica che ha segnato gli anni d’oro del pugilato barese. Gli interventi saranno realizzati nell’ambito degli accordi quadro in corso per la manutenzione edile degli impianti sportivi e cominceranno nelle prossime settimane per concludersi entro la fine di quest’anno”.

  • Presto una nuova palestra coperta alla "Cirielli" del San Paolo

    Cirielli San PaoloQuesta mattina il sindaco Antonio Decaro, accompagnato dagli assessori alle Politiche educative e giovanili, Paola Romano, e ai Lavori pubblici, Giuseppe Galasso, e dal presidente del Municipio III Massimiliano Spizzico, si è recato presso la scuola elementare “Cirielli”, al San Paolo, per presentare agli alunni, alle famiglie e ai docenti il progetto, appena aggiudicato, relativo alla nuova palestra che sarà realizzata al servizio del plesso scolastico, il CEP 1, che comprende scuola materna ed elementare. La superficie interessata dall’intervento si estende per circa 1.200 metri quadri, su cui sorgeranno un blocco palestra di circa 600 metri quadri e un altro riservato ai servizi di altri 200 metri quadri. La restante parte, esterna, sarà dotata di aree verdi e di un sistema di rampe per l’accessibilità delle persone con disabilità che colmerà i dislivelli esistenti.

    Il progetto, che nelle fasi iniziali è stato redatto dai tecnici comunali e nella sua versione esecutiva e di direzione dei lavori è a cura di un professionista esterno, l’architetto Marco Costanza, ha ottenuto il parere favorevole del Coni.

    Il plesso è contornato da quattro vie: via Molise, via Puglia, via Perugia e via Taranto. La palestra avrà un ingresso indipendente da via Perugia, oltre a quello di via Molise e a quello interno.

    La palestra sarà climatizzata e dotata di pannelli fotovoltaici, di illuminazione a led e sarà completamente accessibile.

    L’importo complessivo dei lavori è pari a 770mila euro, 200mila dei quali rivengono da oneri di urbanizzazione. Gli interventi dureranno 11 mesi.

    “Sono contento di essere venuto qui oggi - ha dichiarato il sindaco - e di aver potuto rileggere quel contratto che ho siglato due anni fa insieme alle due studentesse della scuola che mi chiedevano un impegno scritto per la realizzazione della palestra. La presentazione di oggi è la dimostrazione che gli impegni possono essere mantenuti. Questo è l’unico modo per insegnare alle giovani generazioni a credere e ad avere fiducia nelle istituzioni”.

    “La prima richiesta ufficiale delle Politiche giovanili ad IVOP risale al 2002 e riguarda la verifica della fattibilità del progetto in relazione agli spazi disponibili. Da allora è partito l’iter fatto di studio di fattibilità, progetto preliminare e definitivo, quest’ultimo approvato dall’attuale giunta nel novembre del 2015, con una richiesta di finanziamento a tasso agevolato al Credito sportivo per l’importo di 570mila euro – spiega l’assessore Galasso -. Poi il progetto è stato modificato e successivamente, nella sua versione esecutiva, ha visto ampliarsi gli spazi dei campi sportivi per consentire lo svolgimento di gare riconosciute dal Coni. La palestra, infatti, è stata pensata non solo per accogliere le attività motorie e ludico-sportive dei piccoli ma anche quelle sportive e amatoriali che vanno dal basket alla pallavolo, alla scherma, alla lotta, indipendentemente dall’orario scolastico. La struttura avrà un doppio ingresso, uno dall’interno della scuola e l’altro direttamente dall’esterno. che potrà essere utilizzato al di fuori delle ore di lezione. L’aggiudicazione della gara per la nuova palestra è avvenuta a maggio, e adesso siamo in procinto di firmare il contratto. Il nostro obiettivo è quello di cantierizzare l’opera entro luglio al fine di poter anticipare le lavorazioni più rumorose durante la pausa estiva. Cercheremo di consegnare la palestra entro la prossima estate in modo da che possa entrare a regime per l’avvio dell’anno scolastico 2019-20”.

    “La nuova palestra, attesa da oltre 20 anni in questa scuola, era un dovere prima che un impegno preso con tutti i cittadini del quartiere San Paolo - ha commentato Paola Romano -. È straordinaria la capacità di queste comunità scolastiche di affrontare i disagi e combattere per garantire spazi e diritti ai giovani studenti. Il risultato presentato oggi è innanzitutto una vittoria per tutte le persone che vivono questa scuola: il corpo docenti, i genitori e le associazioni del quartiere che vi gravitano intorno. La palestra, infatti, non sarà solo un luogo per l’attività sportiva dei ragazzi ma uno spazio aperto a tutta la comunità e alle tante iniziative che si organizzano nel quartiere”.

    “Il nostro impegno va bene oltre la realizzazione della palestra a servizio della scuola - ha concluso il presidente Spizzico - perché questi spazi saranno messi a disposizione del quartiere e della comunità nelle ore extra scolastiche. La stessa cosa stiamo facendo con l’area ludica all’interno della scuola Lopopolo, che accoglierà tanti bambini che purtroppo in questo quartiere non hanno spazi all’aperto sicuri dove giocare”.

    L’intervento si inserisce in una logica che vuole evitare nuovo consumo di suolo, cercando di utilizzare gli spazi esistenti, come nel caso di questo plesso scolastico che, per di più, si trova nel cuore dell’itinerario di strade e marciapiedi che verranno riqualificati nell’ambito delle realizzazioni del Piano Periferie per il San Paolo.

  • Presto una nuova palestra per la "Levi Montalcini"

    nuova palestra scuola Levi Montalcini a Torre a Mare 2Sono iniziate questa mattina, dopo l’intervento di Enel, necessario per la rimozione del vecchio quadro elettrico e dei relativi cavi di collegamento, le operazioni di demolizione dell’immobile che ospitava le due sezioni della scuola materna “Ardito”, adiacente alla scuola media “Rita Levi Montalcini” a Torre a mare, e che sarà sostituito dalla nuova palestra coperta.

    Gli escavatori con pinze meccaniche completeranno la demolizione in un paio di giorni, dopodiché si passerà alla rimozione delle macerie: per evitare che il ritorno degli alunni avvenga con i mezzi in movimento, grazie a un’ordinanza sindacale le attività didattiche della scuola Levi Montalcini inizieranno giovedì prossimo, 20 settembre, differite di soli 2 giorni rispetto alla data del 18 fissata per tutte le altre scuole.

    La palestra, completa di spogliatoi e servizi, sarà un corpo autonomo posizionato in modo tale da essere utilizzato anche in orari extrascolastici, in quanto dotato di accesso esterno per consentire al quartiere di vivere il nuovo impianto indipendentemente dalle attività scolastiche. Il tempo stimato per la costruzione della palestra è di un anno, il che significa che, a partire dall’anno scolastico 2019/20, gli alunni della Levi Montalcini e i residenti di Torre a Mare potranno disporre di una palestra coperta, moderna e funzionale.

    Quanto ai bambini che frequentano le due sezioni della scuola Ardito, inizieranno regolarmente l’anno scolastico martedì 18 settembre nella vicina scuola materna Aquaro, in via Morelli e Silvati, dove i lavori per l’allestimento delle aule e le conseguenti pulizie sono ormai agli sgoccioli.

    “Con questi lavori doteremo il quartiere di un nuovo impianto sportivo senza consumare altro suolo - commenta l’assessore alle Politiche educative e giovanili Paola Romano -. Al tempo stesso abbiamo realizzato nuove aule della scuola dell'infanzia, creando così un unico polo di scuola materna in un edificio rinnovato e dotato di un giardino speciale, “il giardino dei paesaggi”, riqualificato con l'aiuto di Reggio Children. Grazie anche alla collaborazione della scuola, dell'impresa e dei genitori, mi auguro che il prossimo settembre si possa iniziare l'anno scolastico alla Levi Montalcini con la cerimonia di inaugurazione nella nuova palestra”.

  • Scuola Montalcini, ad ottobre pronta la nuova palestra

    cantiere scuola MontalciniQuesta mattina gli assessori ai Lavori pubblici e alle Politiche educative, Giuseppe Galasso e Paola Romano, hanno effettuato un sopralluogo sul cantiere della nuova palestra al servizio della scuola Rita levi Montalcini a Torre a Mare per verificare lo stato dei lavori e la data di consegna dell’opera.

    L’edificio è stato completato, si sta lavorando contemporaneamente sia sull’immobile centrale, dove si stanno ultimando gli impianti e la pavimentazione interna prevista in gomma, sia sul blocco dei servizi esterni dove sono in corso di installazione gli infissi e gli arredi. Al termine dei lavori la palestra, completa di spogliatoi e servizi, sarà un corpo autonomo posizionato in modo tale da essere utilizzato anche in orari extrascolastici, in quanto dotato di accesso esterno e impianti autonomi (illuminazione e riscaldamento) per consentire al quartiere di vivere il nuovo impianto indipendentemente dalle attività scolastiche.

    “Grazie alle somme rivenienti dai ribassi di gara, circa 99.500 euro - ha spiegato Giuseppe Galasso -, abbiamo potuto programmare anche la riqualificazione degli ambienti esterni alla palestra. Siamo riusciti quindi con l’azienda ad avviare parallelamente il rifacimento della pavimentazione in calcestruzzo architettonico e dei muretti di recinzione, in modo da consegnare, all’inizio del prossimo mese di ottobre, tutta la struttura per renderla immediatamente fruibile. Durante il sopralluogo di oggi abbiamo verificato con i tecnici della direzione lavori ed i rappresentanti dell’azienda esecutrice anche la possibilità di piantumare nuovi alberi nella zona esterna in modo da abbellire l’area e da dotare la scuola di nuovo verde che, crescendo nel tempo, offrirebbe la giusta ombreggiatura degli spazi contigui alla nuova palestra. In questi mesi estivi tanti sono i cantieri in corso su edifici e plessi scolastici, dagli interventi minimi, piccole ristrutturazioni e pitturazioni, ai cantieri per le nuove realizzazioni, come gli impianti sportivi al servizio delle scuole che ne erano sprovviste. In questi anni abbiamo avviato una intensa attività di programmazione in modo da far trovare le scuole a settembre pronte per il nuovo anno”.

    “Finalmente, dopo un anno, stiamo per terminare i lavori. Ad ottobre la scuola e il quartiere potranno disporre di un nuovo impianto sportivo a norma, la cui realizzazione non ha comportato il consumo di altro suolo - ha commentato Paola Romano -. Un intervento molto atteso dalla comunità scolastica e dagli alunni, che dal prossimo anno avranno uno spazio coperto attrezzato per svolgervi attività sportive e stare insieme. A questo cantiere si aggiungono altri spazi in trasformazione come la palestra della scuola Cirielli al San Paolo e quella della scuola Massari - Galilei. Ma l’obiettivo dei prossimi anni sarà quello di prestare sempre più attenzione all’edilizia scolastica, con particolare cura degli spazi dove stare insieme: ad esempio stiamo immaginando un piano di riqualificazione dei giardini delle scuole dell’infanzia, luoghi dove fare le prime esperienze di psicomotricità, ma che si prestano fuori dall’orario scolastico anche ad essere dei giardini dove i bambini possano giocare. Vogliamo restituire quegli spazi alla cittadinanza e moltiplicare i luoghi dove giocare in sicurezza”.

  • Scuola Montalcini, montato il prefabbricato della palestra

    scuola montalcini prefabbricatoSono state ultimate oggi, le operazioni di montaggio del prefabbricato che ospiterà la nuova palestra scolastica scuola media Montalcini, a Torre a Mare, ubicato in adiacenza ai locali da adibiti a spogliatoi, a servizi igienici e al deposito delle attrezzature, oltre ai vani tecnici, eseguiti nei mesi scorsi.

    “Oggi abbiamo assistito alle ultime fasi di montaggio della struttura prefabbricata che ospiterà la nuova palestra della scuola media Rita Levi Montalcini, che non ha mai avuto a disposizione uno spazio coperto per le attività fisiche degli alunni - ha commentato il sindaco Decaro -. Questa struttura sarà accessibile non solo agli studenti, direttamente dal plesso scolastico adiacente, ma a tutti i residenti che vorranno usufruirne nelle ore pomeridiane. A breve inizieranno anche i lavori per dotare altre due scuole della città di altrettante palestre, la Cirielli al San Paolo e la Galilei a Carrassi. Così facendo, apriamo nuovi spazi dedicati allo sport per i bambini e per i cittadini dei diversi quartieri”.

    La palestra della scuola Montalcini costituisce un corpo autonomo posizionato in modo tale da essere utilizzato anche in orari extrascolastici, in quanto dotato di accesso esterno per consentire al quartiere di vivere il nuovo impianto indipendentemente dalle attività scolastiche.

  • Una nuova palestra per la scuola "Galilei", Bari si candida

    Comune di Bari frontoneE’ stata ufficializzata la candidatura del Comune di Bari con il progetto di realizzazione di un nuovo impianto sportivo annesso alla scuola media statale “Galilei”, in via Di Tullio, nel Municipio II, nell’ambito del bando del CONI “Sport e Periferie”. 

    La nuova struttura ospiterà un’ampia palestra dove si disputeranno gare di pallacanestro e pallavolo, in un luogo strategico sia rispetto alla localizzazione nel territorio urbano sia per la vicinanza all’istituto scolastico. L’intervento, dell’importo complessivo di 1 milione e 300mila euro, si inserisce in un contesto ad altissima densità edilizia e abitativa, dove mancano spazi dedicati all’educazione sportiva e all’esercizio fisico. Infatti, la collocazione dell’impianto nel cuore di un quartiere in cui si registra una forte domanda sportiva, soprattutto da parte dei più giovani, lo renderebbe fruibile a quanti, non avendo un mezzo proprio, non possono raggiungere le strutture sportive ubicate principalmente nelle aree più esterne della città.
    La nuova palestra, dotata di un campo regolamentare polivalente per la pallavolo e la pallacanestro, disporrà di due ampie zone servizi divise per sessi, comprensive anche di spazi spogliatoio per insegnanti e dei rispettivi servizi igienici. Il progetto prevede che il lungo corridoio di raccordo tra gli spogliatoi e la palestra possa essere utilizzato anche per l'allestimento di attività espositive, contando sull’illuminazione garantita da un patio. Previsti anche uno spogliatoio per il personale e un bagno per persone con disabilità, oltre a un ambulatorio per visite mediche e pronto soccorso. Nell’ambito dei lavori sarà costruito anche un presidio di guardiania stabile, cui si accederà da via Di Tullio (in prossimità dei cancelli d'ingresso alla scuola) attraverso un piccolo cortile, che consentirà di gestire gli accessi anche separatamente tra il plesso sportivo e quello scolastico.
    L’affiancamento della struttura sportiva alla scuola “Galilei” offrirà, inoltre, l’opportunità di completare e integrare i percorsi educativi anche nelle ore pomeridiane, attraverso la pratica di diverse attività sportive.
    “Le palestre scolastiche sono le strutture migliori per le diverse società sportive che contribuiscono alla crescita sana di migliaia di bambine e di bambini – commenta L’assessore allo Sport Pietro Petruzzelli -. Pertanto la realizzazione di una nuova palestra non va intesa come occasione per avvicinare allo sport solo gli studenti di quella scuola ma come patrimonio per l’intera città. Naturalmente palestre nuove e confortevoli non sono l'unico ingrediente necessario per aumentare la diffusione della pratica sportiva, ma devono andare a braccetto con la lungimiranza di dirigenti scolastici che vogliano aprire le strutture anche nelle ore pomeridiane. Purtroppo questo non sempre accade, ed è un peccato. È tempo che tutte le istituzioni capiscano che lo sport è innanzitutto salute e benessere, soprattutto per le nuove generazioni e per chi non diventerà mai un campione”.