Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

fal  fal

scippo

  • Bari, scippa una donna ma lo blocca poliziotto fuori servizio

    Volante wikipediaSi è avvicinato ad una donna appena uscita da un esercizio commerciale e, con forza, le ha messo le mani al collo strappandole contemporaneamente una parte della maglia da lei indossata ed una collanina; subito dopo, l’aggressore si è dato alla fuga ma è stato inseguito e raggiunto da un poliziotto fuori servizio che è riuscito a bloccarlo, dopo una breve colluttazione, nonostante i calci ed i pugni con cui l’uomo ha cercato di colpirlo nel tentativo di sottrarsi all’arresto. In aiuto è giunto sul posto un equipaggio della Squadra Volante inviato dalla Sala Operativa della Questura, allertata dalla segnalazione di uno scippo giunta mediante telefonata al 113.
    Durante il tentativo di fuga, l’arrestato si è sbarazzato della collanina scippata poco prima, lanciandola per strada; il monile, in oro bianco con pendente a forma di croce e brillanti, del valore di circa 4 mila euro, è stato recuperato dai poliziotti e restituito alla legittima proprietaria.
    L’arrestato, un 38enne barese, è stato associato presso la locale Casa Circondariale. E’ ritenuto responsabile dei reati di rapina, lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale.

  • Campano scippa anziana signora a Bitonto: inseguito e catturato

    volante 2E’ stato arrestato dai poliziotti del Commissariato di P.S. di Bitonto; Benito Falivene, 33enne campano con precedenti di polizia è accusato di furto con strappo, in concorso con altre due persone non ancora identificate.

    Ieri pomeriggio, a Bitonto, un uomo si è avvicinato ad un’anziana signora che passeggiava per le vie della città e, con mossa fulminea, le ha strappato di mano la borsetta contenente pochi effetti personali.

    Subito dopo l’azione delittuosa, l’uomo ha lanciato la borsa in direzione di altri suoi due complici ed insieme a loro si è dato alla fuga; immediata la reazione di alcuni cittadini, tra i quali vi era anche un carabiniere libero dal servizio, che si sono posti all’inseguimento dei fuggitivi. In tale frangente è intervenuto anche un poliziotto del Commissariato di Bitonto che, tempestivamente, ha fatto convergere sul posto altre pattuglie della Polizia di Stato.

    Dopo aver vanamente tentato di nascondersi tra i vicoli del centro storico, uno dei tre malfattori è stato rintracciato e tratto in arresto; l’arrestato è ora ristretto presso il carcere di Bari.

    Attività d’indagine in corso per rintracciare gli altri due complici.

  • Inseguiti dopo la scippo in piazza Moro: in manette a Bari due pregiudicati

    scippoSono stati arrestati per furto aggravato di motociclo e furto con strappo. Si tratta di due pregiudicati baresi, Gernone Leonardo, 30 anni, e Mesecorto Francesco, 27 anni. Lo scorso week-end nelle prime ore del pomeriggio, i due, a bordo di una Vespa Piaggio rubata poco prima in via Dante, si sono avvicinati ad una donna in piazza Aldo Moro e le hanno strappato con violenza la borsa per poi darsi alla fuga in direzione Via Caduti di via Fano.

    Intercettati dai poliziotti della Squadra Volante, dopo un inseguimento per le vie della città, sono stati bloccati in via Brigata Regina, tratti in arresto e condotti presso il carcere di Bari.

  • Minorenni incensurati scippano signora ma vengono individuati

    Volante Bravo polizia 3Due scippatori, entrambi minorenni, che nei giorni scorsi avevano derubato la borsa ad una 55 enne e una 74 enne senza fortunatamente cagionare lesioni, sono stati individuati a seguito di un’attività d’indagine condotta dai poliziotti del commissariato di P.S. di Bitonto.

    I due, con jeans, giubbotto scuro e scarpe da ginnastica, dopo aver prelevato il denaro ed alcuni effetti personali, si erano disfatti delle borse abbandonandole per strada.

    I due malviventi, ripresi da telecamere di sorveglianza cittadina, sono stati riconosciuti anche grazie ai tratti somatici ed all’abbigliamento indossato. Rintracciati, sono stati sottoposti a perquisizione e, nelle loro abitazioni, sono stati recuperati gli abiti indossati durante la commissione dei reati e parte della refurtiva.

    I due giovani, un 16 enne ed un 17 enne, entrambi incensurati e residenti a Bitonto, sono stati indagati per furto con strappo, continuato ed in concorso.

  • Monopoli, tossicodipendente scippa un'anziana di 89 anni

    Volante 159 alfa 3Scippa anziana di 89 anni, individuato e denunciato dalla polizia. E’ successo a Monopoli, dove era stato segnalato un episodio in cui un’anziana era stata derubata della propria collanina d’oro all’uscita di una chiesa cittadina, dopo aver seguito una funzione religiosa.

    La donna, fortunatamente rimasta illesa, ha descritto con estrema precisione l’autore del reato che in serata è stato individuato dai poliziotti della Squadra Volante del locale Commissariato.

    I poliziotti, dopo aver recuperato una medaglietta d’oro di proprietà dell’anziana, caduta al ladro nelle fasi dell’aggressione e restituita alla parte offesa, hanno anche visionato le immagini registrate da alcune telecamere di video sorveglianza, installate in zona, che hanno immortalato l’aggressore.

    L’uomo, un 23enne tossicodipendente di Monopoli, è stato rintracciato presso la propria abitazione e denunciato in stato di libertà.

  • Pregiudicato scippa una donna a Bari in pieno centro: arrestato

    Volante 113 tre quartiPregiudicato 46enne scippa una donna in centro a Bari e finisce in manette. Verso le 23 di ieri la Polizia di Stato ha arrestato Francesco Lucchese, 46enne barese con precedenti di polizia: due gli scippi compiuti dall’uomo nella serata di ieri, prima che le volanti, intervenute tempestivamente, lo bloccassero.

    La prima segnalazione arriva in sala operativa grazie all’intervento di un poliziotto libero dal servizio che assiste allo scippo, perpetrato ai danni di una donna in centro città, nei pressi di corso Cavour, e fornisce una dettagliata descrizione dell’uomo, fuggito immediatamente dopo lo scippo a bordo di una moto della quale indica anche il numero di targa.

    La Volante di zona arriva quasi immediatamente e dopo un breve inseguimento blocca l’uomo in via Imbriani. La refurtiva viene consegnata alla vittima, nel frattempo trasportata in ospedale a seguito delle ferite riportate.

    I successivi accertamenti permetteranno di appurare che sul motociclo, di proprietà dell’arrestato, era stata applicata una targa rubata. Durante l’intervento, i poliziotti sono stati avvicinati da una seconda donna che ha riferito di essere stata scippata dallo stesso rapinatore fermato: sono corso accertamenti su questo secondo episodio.

    L’uomo si trova in carcere.

  • Scippa borsa e smartphone ad anziana signora in corso Cavour: preso

    scippo anzianaE’ stato colto in flagranza mentre in corso Cavour, a Bari, borseggiava con destrezza un’anziana signora. Resta incessante l’attività di prevenzione e repressione della Polizia Locale al contrasto delle attività illecite nel capoluogo.

    Operatori del nucleo di Polizia Giudiziaria hanno portato a segno un’ennesima operazione contro i reati predatori: nell’ambito dei servizi di vigilanza e presidio previsti nelle aree cittadine ad alta affluenza turistica, hanno colto in flagranza un cinquantenne pregiudicato barese mentre borseggiava con destrezza - in Corso Cavour - un’anziana signora.

    La refurtiva (borsello e smartphone) è stata immediatamente riconsegnata alla vittima. Successivamente è stato convalidato l’arresto e il soggetto, già noto alle forze della Polizia Locale, denunciato per il reato di furto aggravato. Ora è in carcere a Bari.

  • Scippa una signora a Carrassi, 23enne preso in flagranza di reato

    polizia locale cappelloUn 23enne è stato tratto in arresto a Bari, colto in flagranza di reato, dopo aver appena compiuto uno scippo ai danni di una signora che, aggredita e derubata violentemente della sua borsa, rovinando al suolo aveva subito lesioni fisiche. L'arresto del giovane è avvenuto ieri mattina nel quartiere Carrassi, quando gli agenti, su segnalazione di un cittadino, apprendevano di uno scippo, appena perpetrato all’intersezione tra le vie Giulio Petroni e La Sorsa. Acquisite le informazioni circa la descrizione del soggetto resosi responsabile del reato, si ponevano immediatamente all’inseguimento del fuggitivo, che veniva raggiunto e bloccato sul corso Alcide de Gasperi, dopo aver tentato di disfarsi di una borsa di colore marrone ed un portamonete. Il giovane, con precedenti per detenzione di sostanze stupefacenti, è stato così tratto in arresto per rapina e lesioni e, su disposizione del pubblico ministero di turno, posto agli arresti domiciliari.

  • Simulava incidenti col motorino per scippare le donne alla guida

    Volante cofano apertoSimulava incidenti stradali per scippare le donne al volante. Questa mattina, a Bari, i poliziotti della Squadra Mobile hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del Tribunale di Bari su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti del pregiudicato barese Montereale Gianluca, di anni 38, ritenuto responsabile di numerosi furti con destrezza commessi per le strade dei quartieri Murat, Picone, Poggiofranco e Carrassi.

    L’uomo, a bordo di un ciclomotore con targa alterata, dopo aver adocchiato e studiato a dovere le vittime – prevalentemente donne sole viaggianti su di autovetture che avevano poggiato la propria borsa sul sedile – le affiancava ed attirava la loro attenzione simulando un finto sinistro di lieve entità (tamponamento, urto dello specchietto) per poi chiedere di essere risarcito o proporsi di riparare il danno. Al fine di attenuare la soglia di guardia delle ignare automobiliste, l’indagato assumeva toni concilianti e molto educati, esprimendosi sempre in italiano corretto.

    Anche l’abbigliamento indossato era studiato ad hoc per ingannare le vittime: barba curata, camicia pulita e ben stirata, maglioncino poggiato sulle spalle, pantaloni classici, zainetto e occhiali da sole.

    Così facendo, il predetto induceva le vittime a fermarsi e scendere dalla propria autovettura ovvero ad abbassare il vetro del finestrino lato passeggero riuscendo – al primo segno di distrazione delle donne – ad impossessarsi della borsa, per poi darsi a precipitosa fuga facendo perdere le proprie tracce.

    I numerosi riscontri acquisiti nel corso dell’indagine svolta dalla Sezione Contrasto al Crimine Diffuso della Squadra Mobile e coordinata dalla Procura della Repubblica, hanno dimostrato che il Montereale si è reso responsabile di sette furti con destrezza consumati tra il 27 gennaio ed il 13 ottobre 2018. In alcuni casi, l’uomo è anche riuscito ad utilizzare le carte di credito delle vittime per effettuare dei prelievi dai loro conti subito dopo il furto, approfittando dei codici pin conservati all’interno dei portafogli trafugati.

    La misura è stata eseguita presso la casa circondariale di Bari ove, nel frattempo, l’indagato era stato associato a seguito dell’arresto effettuato dai “Falchi” della Squadra Mobile che lo avevano colto nella flagranza dell’ennesimo furto con destrezza perpetrato nel centro cittadino lo scorso mese di agosto. In tale occasione, il Montereale era stato trovato anche in possesso di una bomboletta di spray urticante, che in passato aveva già utilizzato contro agenti di polizia per sottrarsi ai controlli.

  • Strappa la collanina ad una signora: preso pregiudicato a Bari

    polfer a BariUn pluripregiudicato barese, G. P., di anni 32, sorvegliato speciale, è stato arrestato a bari da agenti della Polizia Ferroviaria in servizio nell’ambito della Stazione F.S. di Bari Centrale, con la collaborazione di guardie della vigilanza sussidiaria. L’uomo si è reso responsabile di rapina nei confronti di una donna.

    In particolare, mentre si trovava a bordo del bus della linea 53 dell’AMTAB, in sosta in Piazza Moro, strappava la collanina dal collo di una signora che, reagendo, riusciva a prenderlo per il braccio senza, però, trattenerlo, in quanto veniva trascinata fuori dal bus e scaraventata a terra. Il malvivente tentava di dileguarsi imboccando l’ingresso del sottopassaggio verde della Stazione centrale, dove veniva intercettato dagli agenti della Polizia Ferroviaria e della vigilanza sussidiaria, attirati dalle grida disperate della donna, e fermato.

    Nel corso della perquisizione personale, gli agenti rinvenivano la refurtiva, consistente in un “Rosario” in oro a collanina, che veniva subito restituito alla signora. Inoltre, la donna, veniva medicata da personale del Servizio Sanitario 118, in quanto, a seguito della caduta, aveva riportato escoriazioni al sopracciglio destro e traumi alla mano destra.

    A conclusione dell’attività, il malfattore veniva mandato in carcere.