Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

fal  fal

Volante Bravo polizia 3Nell’ambito degli ordinari servizi di controllo del territorio, nella giornata di ieri, in distinte attività, i poliziotti della Squadra Volante hanno arrestato due persone, denunciato 1 pregiudicato, e intensificato controlli di persone ed esercizi commerciali, in relazione all’attività di contrasto al contagio epidemiologico.

Nella mattinata di ieri, in Zona industriale, presso un noto supermercato, gli agenti della volante di zona, hanno arrestato una donna 30enne, cittadina georgiana, per il reato di rapina impropria in concorso; la straniera, insieme ad uomo non identificato, dopo aver asportato merce di valore occultandola nella borsa ha provato a fuggire dopo aver attraversato le casse, ma il personale del negozio si è adoperato per fermarli e gli stessi di tutta risposta hanno tentato di divincolarsi sferrando calci e pugni agli impiegati senza conseguenze; riusciva a fuggire solo l’uomo, mentre la donna è stata fermata.

I poliziotti giunti immediatamente sul posto hanno arrestato la donna per rapina impropria in concorso e avviato le ricerche del complice sulla base delle informazioni e descrizioni riferite dalla vittima e dal personale. La donna è stata condotta presso il carcere di Trani a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente, mentre sono in atto le indagini tecniche per risalire all’identità del fuggitivo.

Nel pomeriggio a Palese, gli agenti della volante di zona sono intervenuti su richiesta di ausilio del 118 in quanto un pregiudicato 50enne, sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, con braccialetto elettronico, stava dando in escandescenza distruggendo le suppellettili della propria abitazione. I poliziotti, dopo averlo calmato, hanno appurato che l’uomo aveva chiamato il 118 per un dolore ai denti e, non soddisfatto della risposta degli operatori sanitari, aveva perso il controllo tagliando il previsto braccialetto elettronico. Nelle concitate fasi dell’intervento, alla presenza degli agenti, l’uomo servendosi di una motosega in suo possesso, aveva anche minacciato di auto lesionarsi. Gli agenti hanno denunciato in stato di libertà il 50enne per il danneggiamento del dispositivo elettronico e hanno poi scortato l’ambulanza che lo ha trasportato presso il pronto soccorso del Policlinico per ulteriori accertamenti sul suo stato di salute; ultimate le consulenze sanitarie è stato poi dimesso e riavviato ai domiciliari.

In serata, in zona San Pasquale, gli agenti della volante di zona hanno rintracciato ed eseguito un ordine di custodia cautelare in carcere emesso dall’autorità giudiziaria competente a carico di un pregiudicato, già sottoposto agli arresti domiciliari.

A carico dell’uomo, un barese 46enne, è stato eseguito il provvedimento di aggravamento della misura cautelare dovuto alle ripetute violazioni delle prescrizioni imposte dalla misura degli arresti domiciliari. Il soggetto è stato tradotto presso la casa circondariale di Trani.

Anche durante la ricorrenza dell’Epifania tutti gli equipaggi presenti sul territorio di Bari e Provincia hanno intensificato i controlli specifici finalizzati al contrasto dell’incremento della curva epidemiologica, mediante uno screening all’interno degli esercizi commerciali di green-pass e del corretto uso dei previsti dispositivi di protezione individuale nelle aree dedicate.

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s