Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

fal  fal

polizia artificieriSono due le persone che hanno riportato ferite a seguito dello scoppio di botti e petardi nell’ambito della Città metropolitana di Bari.

Un 44enne di Monopoli ha subito l’amputazione di due dita della mano ed è ricoverato al Policlinico di Bari in prognosi riservata mentre un 27enne di Acquaviva delle Fonti ha riportato ferite lacero contuse ed è stato dimesso dall’ospedale con 7 giorni di prognosi. Altri due feriti sono stati trasportati, sempre al Policlinico di Bari, provenienti dalle province di Taranto e Bat; uno ha subito l’amputazione della mano, l’altro l’amputazione di un dito. Entrambi maggiorenni, sono ricoverati in prognosi riservata. Per il resto, la notte in città è trascorsa in tranquillità.

Nella giornata di ieri, a seguito di specifici servizi mirati a contrastare il fenomeno della vendita illegale dei “botti di fine anno”, i poliziotti del Nucleo Artificieri della Questura di Bari hanno sequestrato quasi 30 Kg di artifici pirotecnici detenuti illegalmente, in violazione della licenza posseduta, da un’azienda dell’hinterland barese. Il titolare della ditta è stato denunciato in stato di libertà per detenzione illecita di materiale esplodente.

Con quest’ultimo sequestro, sono circa 300 i chilogrammi di fuochi pirotecnici illegali sequestrati, nel mese di dicembre, dalla Polizia di Stato di Bari.

Nessuna turbativa di ordine pubblico è stata registrata durante il concerto di fine anno, tenutosi presso il Teatro Petruzzelli, né durante i controlli anti-covid effettuati nella giornata di ieri dalle forze dell’ordine.

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s