Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

fal  fal

ambulatorio oculisticaPoche regole e per giunta poco chiare. E’ quanto denunciano i una nota i medici che fanno capo al sindacato UGS Medici – Confintesa Puglia.

“Nonostante i ripetuti proclami di ritrovata efficienza – si legge – la sanità territoriale ed ospedaliera è in affanno ed è palese la difficoltà dei cittadini a ricevere cure mediche. Questo è dovuto alla mancanza di direttive chiare circa le procedure da rispettare nei vari settori sanitari da parte degli organi competenti e delle dirigenze sanitarie”.

Per il sindacato “finora non sono state standardizzate le procedure di sanificazione sia degli ambienti che delle attrezzature - scrive il segretario provinciale di Bari, Vito Bellini - né sono stati stabiliti i tempi per una sanificazione periodica delle strutture. Si sassiste costernati ad iniziative individuali che spesso contravvengono a precedenti direttive sulle procedure. Il che aumenta il malcontento e confusione e crea pericolo per operatori e pazienti”.

UGS Confintesa ha chiesto un confronto pubblico ed urgente al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano e al responsabile del Dipartimento, Vito Montanaro.

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s