Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

fal  fal

carabinieri cinofili quadrataSignore distinte e operai, genitori con figli al seguito e casalinghe abitudinarie. Ci sono tutti, uomini e donne, giovani e maturi, ma solo d’età perché il senso civico manca e lo si evince bene da questi scatti in cui si vedono campane per il vetro, nelle quali vanno conferite bottiglie di vetro e non sacchetti contenenti chissà cosa, affogate dai rifiuti e riempite di materiale di ogni tipo, come riferiscono anche gli operatori quando le svuotano.

Tali condotte comportano perdite di tempo, costi e rischiano di vanificare l’impegno di chi rispetta le regole e la città.

Queste sono le ultime foto del 2019 e, nello specifico, riguardano piazza Plebiscito, via Prascina e via Beccaria ad angolo con via De Pretis, ma sono solo una piccolissima parte delle immagini immortalate dalle foto trappola piazzate in città per cogliere sul fatto coloro che abbandonano i rifiuti fuori luogo e fuori tempo. Si ricorda, infatti, che la raccolta differenziata in città è organizzata per quartieri, in tre zone, ciascuna con un proprio calendario. Sul sito internet di Bar.s.a., nella sezione raccolta differenziata (http://www.barsa.it/index.php/raccolta-differenziata) si trovano tutte le informazioni utili su come differenziare, dove e quando buttare i rifiuti a seconda delle zone e su come prenotare il ritiro di rifiuti ingombranti direttamente a casa.

Tutte le immagini e i video ritratti sono al vaglio della polizia municipale che nel 2019 ha elevato oltre 200 sanzioni per tali illeciti, gli ultimi stanno per essere notificati.

“Chi sporca non la passa liscia – ha detto il sindaco Cosimo Cannito – e chi dice il contrario probabilmente si vergogna e tenta maldestramente di celare le sue malefatte e scoraggiare l’azione dell’Amministrazione comunale, ma non ci riuscirà. Quotidianamente, ogni occasione è buona, nelle scuole, negli incontri a palazzo di città, nei convegni e per la strada nei momenti di confronto con voi concittadini, per sollecitare tutti a tenere la città pulita e a fare la raccolta differenziata. La pulizia, prima che decoro, porta igiene a tutela della salute pubblica e tenere i rifiuti per strada non va bene perché favorisce la proliferazione di insetti, blatte e topi”.

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s