Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

fal  fal

Piazza RisorgimentoE’ stata aggiudicata in favore della LFM impianti di Modugno con il 31,8 % di ribasso, la gara per l’integrazione dall’impianto di illuminazione di piazza Risorgimento a Libertà, per un importo di 150mila euro e una durata dei lavori stimata in circa 90 giorni.

L’avvio del cantiere è previsto nella seconda metà di settembre. I lavori si sono resi utili per  migliorare, efficientandola con apparecchi ad alta tecnologia e a basso consumo, la pubblica illuminazione di questo importante spazio pubblico di aggregazione per i residenti del quartiere

Riqualificata circa sei anni fa, nel prossimo autunno piazza Risorgimento sarà oggetto di interventi tesi ad eliminare zone d’ombra e a valorizzarne lo spazio complessivo, con una sostituzione degli attuali corpi illuminanti cilindrici a colonna con nuovi, analoghi ma ben più prestanti sotto il profilo energetico e meno vulnerabili agli atti vandalici.

Complessivamente i nuovi corpi illuminanti saranno 24, posizionati sul pavimento della piazza e sul prospetto dell’edificio storico che vi si affaccia, la scuola Garibaldi che al termine dei lavori, con un incremento di potenza di soli 800 watt rispetto all’attuale, godrà di un effetto illuminotecnico artistico, completamente diverso e molto suggestivo.

“L’esecuzione di questo appalto ci consentirà di offrire una nuova percezione di sicurezza, oltreché di migliorare l’estetica di piazza Risorgimento. Accanto all’integrazione dell’illuminazione, richiesta dai residenti sin dalla conclusione della riqualificazione risalente ad oltre sei anni fa, riusciremo ad aggiungere due telecamere al sistema di videosorveglianza, e con ulteriori 4 apparecchi ad alta tecnologia, in aggiunta alle telecamere esistenti, a garantire un presidio efficace su tutta la piazza. Continuiamo a lavorare intensamente per migliorare la qualità degli spazi pubblici di tutto il quartiere Libertà – commenta Giuseppe Galasso -, sul quale solo negli ultimi mesi abbiamo eseguito la sostituzione di circa 1.000 corpi illuminanti a sospensione e cantierizzato la riqualificazione di piazza Redentore e piazza disfida di Barletta. Ricordo che sono prossimi a partire anche i lavori per il parco sull’ex Gasometro e stanno per andare in gara gli interventi su corso Mazzini, via Ettore Fieramosca e via Dante, mentre sta per concludersi il cantiere di Porta futuro 2 nella ex Manifattura Tabacchi, che al piano terra ospiterà anche una stazione dei Carabinieri il cui progetto è finanziato per 1milione 200mila euro. Una per una, stiamo affrontando le criticità storiche del Libertà per offrire a questo quartiere e ai suoi abitanti luoghi di aggregazione, spazi di innovazione, aree verdi e strade più sicure”.

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s