Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

fal  fal

binari 2E’ stata riaperta lunedì mattina alle 7,20, sia pure inizialmente a velocità ridotta, la circolazione ferroviaria nella stazione di Mola di Bari, sulla linea Bari – Lecce. L’interruzione è durata di fatto un’ora e mezza, dalle 5,50, a causa del cadavere di un uomo.

I treni hanno subito ritardi fino a 60 minuti, mentre 15 convogli regionali sono stati cancellati in maniera parziale o totalmente, arrecando inevitabilmente disagi ai viaggiatori, soprattutto pendolari. Trenitalia ha così dovuto rivedere la riprogrammazione del servizio ferroviario regionale ricorrendo a cancellazioni e limitazioni, provvedendo a garantire il servizio sostitutivo con autobus. Sul corpo sono in corso gli accertamenti dell’autorità giudiziaria e della Polizia Ferroviaria. Sempre Trenitalia comunica che durante l'interruzione della circolazione su tutti i convogli sono stati effettuati annunci, inviati 2500 sms e 1200 email grazie al servizio Infopush e distribuiti 810 kit con cibo e bevande.

Il cadavere è stato poi identificato in un 42enne barese, presumibilmente suicidatosi. L’indagine è coordinata dal pm Gaetano De Bari.

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s