Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

falfal

cantiere Margherita 2 2E’ ormai quasi agli sgoccioli il cantiere del Teatro Margherita a Bari. Questa mattina lo hanno visitato il sindaco Antonio Decaro, accompagnato dagli assessori alle Culture, Silvio Maselli e ai Lavori pubblici, Giuseppe Galasso, e dal presidente della commissione consiliare Cultura e Sport Giuseppe Cascella.

Oggi è stato possibile visitare la torre scenica quasi ultimata - mancano solo le ultime pavimentazioni e gli infissi - mentre nelle prossime settimane si procederà con tutti i collaudi.

“Questo è un risultato importante per la città di Bari - commenta Antonio Decaro -. In questi anni siamo riusciti ad ottenere l'immobile, a presentare un progetto di riqualificazione, ad ottenere il finanziamento necessario e ad iniziare le opere, un percorso per niente facile, soprattutto quando si tratta di operazioni di restauro complesse come in questo caso. In questa vicenda dobbiamo ringraziare sicuramente la Regione Puglia che ha sostenuto questa nostra scelta e che ha avuto fiducia nelle potenzialità di Bari e del suo futuro Polo delle arti e del contemporaneo.

Il Margherita riaprirà ad ottobre e sarà uno dei grandi contenitori del Polo che si completerà con il Mercato del pesce, dove però i lavori termineranno un po' più tardi a causa del ritrovamento, a cantiere in corso, della banchina dell'antico porto di Bari. Questo teatro, oltre ad essere uno dei simboli più importanti della nostra città, tornerà a vivere e ad animarsi, sarà un luogo polifunzionale, concepito per ospitare differenti forme di arte e di cultura come accade nei grandi contenitori del resto d’Europa. Ormai i lavori sono quasi terminati, manca pochissimo: le pavimentazioni in legno vicino alla torre scenica e il completamento delle vetrate, dopodiché saremo impegnati nei collaudi e nel rilascio delle autorizzazioni per poter riaprire ad ottobre. Sarò quindi un autunno dedicato all’arte e alla cultura per Bari, che a settembre vedrà finalmente riaperta la zona archeologica di santa Scolastica, che si collegherà con il Bastione già fruibile da tre anni; poi ad ottobre riapriremo i battenti di questo splendido teatro. Un tassello dopo l’altro, continua ad ampliarsi l'offerta culturale della nostra città.

“Il sogno di restituite alla città di Bari la bellezza del teatro Margherita si appresta diventare realtà – prosegue l’assessore Silvio Maselli -. I lavori sono quasi terminati, e con l’apertura di questo primo lotto sarà possibile già organizzare mostre di arte contemporanea e performance musicali. Continuano invece i lavori all’interno dell’ex Mercato del pesce, che sarà di nuovo fruibile per la primavera del 2019. Entro l’anno prossimo Bari riavrà l’incanto di due dei suoi contenitori culturali più importanti con la funzione di attrarre turisti e cittadini nel nome dell’arte contemporanea e performativa, della musica e della cultura”.

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s