Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

falfal

bastone Martina FrancaE’ stato arrestato in flagranza dei reati di tentato omicidio e porto di strumenti atti ad offendere, Stafa Gentian, 32enne, albanese, con precedenti di polizia, residente a Noci.

L’uomo, recatosi presso l’abitazione dei propri suoceri, ubicata nell’agro martinese, per futili motivi, verosimilmente riconducibili a vecchi screzi, aggrediva, prima verbalmente e poi con un bastone di legno, un suo connazionale, 36enne, colpendolo violentemente al capo.

Solo l’intervento dei familiari dell’aggressore, che si frapponevano tra i due, permetteva che la situazione non degenerasse ulteriormente, visto che il 32enne, dopo aver inferto il primo colpo al malcapitato, tentava nuovamente di colpirlo senza riuscirci.

La segnalazione dell’accaduto giungeva alla Centrale Operativa della Compagnia di Martina Franca che inviava subito sul posto una pattuglia di carabinieri; i militari, individuavano l’aggressore e provvedevano a recuperare il bastone utilizzato, sul quale erano presenti tracce ematiche, che veniva debitamente repertato e sottoposto a sequestro.

La vittima, nel frattempo soccorsa da personale sanitario del 118, veniva trasportata presso l’Ospedale di Monopoli, dove sottoposta alle cure del caso, veniva successivamente dimessa con una prognosi di 15 giorni.

I carabinieri, dopo aver acquisito le testimonianze dei presenti, conducevano l‘albanese in caserma, dove veniva tratto in arresto e condotto presso il carcere di Taranto.

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s