Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

fal  fal

CALCIO

Pink bari nuove magliePresentate questa mattina a Bari le nuove maglie della società di calcio femminile “Pink” di Bari, che disputerà per il terzo anno consecutivo il torneo nazionale di serie A.

Con il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, la presidente delle “Pink” Alessandra Signorile e il dirigente di Pugliapromozione, Luca Scandale: infatti lo sponsor della squadra sarà anche quest’anno l’agenzia di promozione turistica della Puglia e le maglie delle ragazze riporteranno l’hashtag #WeAreInPuglia.

“Il calcio femminile – ha detto Emiliano - è qualcosa in più di una semplice squadra in serie A: il calcio femminile è una possibilità straordinaria per spiegare anche a chi ancora non ci arriva che le opportunità di ciascuno devono sempre essere identiche, perché la parità di genere non è solo una dichiarazione da fare nei programmi politici, ma una cosa da vivere ogni minuto nel rispetto, nell’amore e soprattutto nella considerazione. In più il calcio femminile è divertente, in Italia sta dando molti risultati e molte soddisfazioni sportive. La Nazionale italiana femminile si è fatta onore negli ultimi mondiali. A Bari la Pink è l’unica squadra di calcio in serie A. Per la città di Bari e la Regione c’è il dovere, da parte di tutte le imprese, di tutti i tifosi, di sostenere questo esperimento calcistico, perché non possiamo permetterci che questo fenomeno così importante si estingua. E’ infatti l’unica squadra del Sud in serie A e ovviamente è l’unica squadra pugliese. Mi auguro che tutte quelle imprese che non hanno la forza di sostenere il Bari calcio, che è ora è sostenuto da imprese non pugliesi, possano decidere di investire sul calcio e sostenere nel modo che riterranno opportuno questa squadra così importante che porta per il terzo anno consecutivo la Puglia in serie A”.

“Il contributo con il marchio WeAreInPuglia – ha aggiunto il presidente - è poco più che simbolico e il marchio lo porteranno in tutta Italia ogni volta che le ragazzi andranno fuori, magari portando insieme la filiera agroalimentare pugliese e i vari prodotti che potranno essere presentati durante ogni partita di calcio. Ci auguriamo che WeAreIn Puglia, che ha un contratto di promozione turistica, possa essere presto sostituito da un main sponsor. Facciamo questa operazione perché le Pink sono una squadra femminile, che disputa un campionato di serie A ed è una società che è totalmente autofinanziata dai soci, non ha nulla a che vedere con il calcio professionistico”. 

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

Delaurentiis e DecaroUn primo tempo al piccolo trotto, quasi a non voler spaventare l’avversario, una ripresa in crescendo che ha consentito di chiudere la partita con un rotondo 3-0. Il Bari è tornato così al successo in trasferta dopo i passi falsi di Cittanova e Torre del Greco e mette in cantiere un finale di campionato solo da gestire.

A Locri la squadra di Cornacchini non è partita bene, correndo subito un paio di rischi prima su un’uscita a vuoto di Marfella e poi con una distrazione di gruppo che ha portati i calabresi ad un passo dal vantaggio, sventato proprio da una tempestiva uscita del portiere. Il primo tempo si è concluso senza reti con il Bari che col passare dei minuti ha preso campo pur senza pungere.

Nella ripresa è stato il solito Di Cesare, oggi capitano, a sbloccare dagli sviluppi di un angolo. Così i biancorossi hanno preso fiducia e i padroni di casa si sono intimiditi. Due prodezze hanno consentito prima a Simeri e poi a Floriano di realizzare le altre due reti.

Il vantaggio in classifica è ora salito ad 11 punti perché la Turris non è riuscita a battere in casa il Marsala. Nel prossimo turno al “San Nicola” arriva l’Acireale, la sola delle quattro inseguitrici che il Bari non ha già affrontato nel ritorno.

Al termine del campionato mancano dieci gare, cinque da giocare in casa ed altrettante in trasferta. Inutile dire che adesso lo sforzo è chiudere la stagione con il massimo anticipo per poter cominciare a pensare di programmare il prossimo campionato.

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

stadio San Nicola interno dueSono disponibili cinquanta accrediti per l’accesso gratuito allo Stadio San Nicola in favore di gruppi sportivi parrocchiali e scolaresche, i cui componenti siano di età inferiore a 18 anni, in occasione di ciascuna partita che la SSC Bari disputerà fino al 31 dicembre 2018.

“Nella convenzione di concessione d'uso dello stadio San Nicola in favore della nuova società del Bari calcio - dichiara l’assessore allo Sport Pietro Petruzzelli -, abbiamo previsto la possibilità che diverse scolaresche e gruppi sportivi parrocchiali accedano gratuitamente allo stadio per tifare per la loro squadra del cuore. Le parrocchie continuano a rappresentare importanti presidi di aggregazione e di inclusione sociale nei diversi quartieri della città e, sempre più spesso, sono impegnate nel promuovere attività sportive aperte a tantissimi ragazze e ragazzi, che trovano nello sport praticato, ma anche nel tifo corretto, l'occasione per stare insieme e crescere secondo i principi sani dello sport. La scuola, poi, è luogo che più di ogni altro incide nella formazione dei nostri ragazzi, e consentire ad intere scolaresche di vivere le emozioni del calcio dal vivo mi sembra una buona occasione per far sì che stiano insieme e rafforzino i reciproci legami di amicizia”.

L’accompagnamento e il trasporto saranno a cura della scuola o della parrocchia, mentre è richiesta la presenza di un accompagnatore ogni cinque ragazzi.

L’avviso pubblico è disponibile sul sito del comune di Bari. Le parrocchie e gli istituti scolastici interessati potranno inoltrare richiesta a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Per ulteriori informazioni: Ripartizione Culture e Sport, via Venezia 41, tel. 080/5773860 - fax 080/2172955.

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

Masinga PhilChi ricorda gli anni più o meno felici del Bari in serie A non può dimenticare Phil Masinga, il centravanti sudafricano che diede ai biancorossi tantissime soddisfazioni, soprattutto sotto la guida di Eugenio Fascetti. Da oggi Phil Masinga non c’è più: è morto a 49 anni nella sua terra, in Sud Africa, vinto da uno di quei mali che non lasciano scampo.

Masinga è stato una bandiera nei suoi anni al Bari, un’esperienza cominciata nel 1997 e finita nel 2001, con il ruolino di marcia di 24 gol in 75 partite.

E’ stato inoltre anche una vera e propria bandiera della nazionale del suo Paese, a cui ha regalato la soddisfazione del gol che consentì, nel 1998, la partecipazione al primo, storico, campionato mondiale. Con la maglia della Nazionale RSA vantava 58 presenze e 18 reti.

Oggi, prima della gara giocata dal Bari sul campo della Sancataldese, è stato osservato un minuto di silenzio per ricordarlo. Poi i biancorossi, con un po’ di fatica, hanno vinto la partita 2-1, dopo essere stati in svantaggio. E poiché la Turris ha perso a Troina il vantaggio in classifica è ora di 12 punti sulla seconda della classe.

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

Pink BariPresentata alla Regione Puglia la partnership tra la società di calcio femminile Pink Bari e Pugliapromozione per la stagione sportiva 2018-2019 e le nuove divise di gioco con l'hashtag ufficiale di Pugliapromozione, #weareinpuglia.
“L’orgoglio calcistico é rappresentato in questo frangente in Puglia dalle calciatrici della Pink. Il calcio femminile è la rappresentazione della forza, energia e determinazione dello sport italiano in una fase difficile per il mondo del calcio, soprattutto quello maschile- ha commentato il Presidente Emiliano - Per la Regione Puglia poter sostenere quasi vent’anni di lavoro fatto da questa società straordinaria, il cui esempio potrà essere seguito da altre squadre pugliesi che naturalmente sosterremo alla stessa maniera, è motivo di orgoglio e di emozione. La Pink è campione di Italia; invito tutti a seguire il calcio femminile e in particolare la Pink che da oggi Pugliapromozione sponsorizza con il brand #weareinpuglia sulle magliette: siamo convinti che queste ragazze rappresenteranno la bellezza e l’intelligenza della Puglia nella maniera migliore in ogni luogo d’Italia dove andranno a giocare”.
Soddisfatta la presidentessa della società, Alessandra Signorile: "Sentiamo il peso della responsabilità di essere l'unica realtà calcistica di serie A della città di Bari e della regione, e di diventare un veicolo di promozione della Puglia, ma accettiamo volentieri la sfida: siamo un club ambizioso, che non ha paura di investire sull'organizzazione e sul talento "made in Puglia", nonostante la concorrenza agguerrita di tante società settentrionali. In tal senso, la collaborazione con la Regione Puglia, che ha voluto renderci ambasciatrici delle bellezze e delle risorse del territorio pugliese rappresenta uno stimolo in più per confermarci ai massimi livelli e per valorizzare le potenzialità dei tecnici e delle giovani giocatrici nostrane".
Luca Scandale spiega il senso della partnership: “Il calcio femminile è in grande crescita ed è legato anche alla bellezza dello sport che ha dei valori etici importanti. Per la serie A del calcio femminile le Pink incontreranno tutte le maggiori squadre del campionato italiano e per questo abbiamo pensato di promuovere il marchio Puglia attraverso la brandizzazione delle magliette con l’hashtag weareinpuglia”.

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s