Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

fal  fal

SPORT

Angiulli tennisÈ stata presentata a Palazzo di Città, la squadra di tennis dell’Angiulli Bari, impegnata nel campionato nazionale di serie A1. Dopo aver raggiunto le semifinali della massima serie lo scorso campionato, gli atleti del circolo barese sono pronti ad affrontare le sfide che li attendono quest’anno.

All’incontro sono intervenuti l’assessore allo Sport Pietro Petruzzelli, il presidente dell’Angiulli Ruggiero Rizzitelli, il presidente del Coni Puglia Angelo Giliberto, il presidente della Federtennis regionale Francesco Mantegazza, il consigliere nazionale della Fit Dodo Alvisi, il consigliere dell’Angiulli Marco Salvemini, il direttore dell’Istituto di formazione tennistica “Lombardi” Michelangelo Dell’Edera e i tennisti Domenico Dalena, Luca Narcisi e Francesco Addante, accompagnati dai capitani dell’Angiulli Roberto Capozzi e Vito Calabrese.

A salutare i tennisti anche la senatrice pugliese Assuntela Messina.

Eccellenza dello sport pugliese, la squadra di tennis dell’Angiulli Bari si appresta ad esordire in casa domenica 20 ottobre contro la formazione del Park Tennis Club Genova, principale candidata allo scudetto che annovera nella propria squadra tennisti di fama internazionale come Fabio Fognini, Pablo Andujar, Simone Bolelli e Lorenzo Musetti.

“Siamo molto felici di presentare i campioni dell’Angiulli Bari, una realtà eccellente dello sport pugliese - ha esordito Pietro Petruzzelli -. Lo scorso anno hanno appassionato una città intera con le loro prestazioni e, per poco, non sono riusciti a regalarci il sogno della finale. È una delle pochissime squadre in città a militare nella massima serie della loro disciplina sportiva, e questo è certamente un motivo d’orgoglio per tutti noi. Spero che possano darci tante soddisfazioni anche quest’anno, magari a partire da domenica contro la squadra genovese. Sono certo che ci divertiremo e che assisteremo a un ottimo campionato. L’amministrazione comunale non farà mancare certamente il proprio sostegno a questi validi ragazzi”.

“La nostra soddisfazione è grande - ha spiegato Ruggiero Rizzitelli -. Possiamo affermare con forza che la nostra squadra di tennis rappresenta un’eccellenza sportiva pugliese, oltre ad essere una delle pochissime realtà baresi ai massimi livelli. Per questo ringrazio l’Accademia Tennis per la qualità tecnica del loro lavoro, che unita alle nostre capacità organizzative, permette di assistere a questo spettacolo”.

“Non sarà facile per noi che puntiamo a conservare la categoria - ha commentato il capitano Vito Calabrese -. Dopo la prima gara persa a Napoli sarà il temibile Genova a battezzare i campi dell’Angiulli nell’esordio casalingo. Ovviamente non ci tireremo mai indietro, come abbiamo sempre fatto, lasciando al campo il responso. Siamo pronti a lottare su ogni palla per mostrare a tutti di che stoffa siamo fatti. Le somme, come ben sappiamo, si tirano alla fine”.

“Credo che tolta la corazzata Genova - ha continuato il collega Roberto Capozzi - abbiamo grandi possibilità di giocarcela con il miglior tennis possibile. Una precisazione va fatta: essendo la composizione dei gironi fatta secondo un livello di squadra che scaturisce dal ranking dei tennisti tesserati per squadra, non vorrei ci fosse stata la corsa a tesserare atleti di livello assoluto, sapendo magari di non poterli schierare quasi mai, in modo da essere considerati di livello 1. Staremo a vedere di volta in volta chi avremo difronte. Una cosa è certa, noi daremo tutto come sempre”.

Il torneo italiano, riservato a 16 squadre, è tra i più impegnativi del circuito internazionale e, per questo, frequentato da alcuni dei migliori giocatori italiani e stranieri. L’Angiulli, inserita nel girone 3, si confronterà con formazioni del calibro di Torre del Greco, del circolo tennis Massa Lombarda e del Park Tennis Club Genova.

L’appuntamento è domenica 20 ottobre, alle ore 10, presso i campi da tennis del circolo tennis Angiulli Bari. 

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

campionati velaBari capitale della vela. Sono stati presentati, a Palazzo di Città, i Campionati italiani giovanili classi in doppio organizzati dal Circolo della Vela Bari in collaborazione con il Comitato della VIII zona FIV - Federazione italiana vela.

La manifestazione sportiva radunerà a Bari, dal 5 al 9 settembre, circa 600 persone, tra atleti e accompagnatori. Si tratta di un appuntamento prestigioso affidato dalla FIV al circolo velico barese, per due anni riconosciuto come miglior circolo d’Italia.

I dettagli sono stati illustrati dall’assessore allo Sport Pietro Petruzzelli, dalla presidente del Circolo della Vela Simonetta Lorusso, dal direttore generale dell’agenzia regionale strategica per la Sviluppo ecosostenibile del Territorio Elio Sannicandro, dal presidente della VIII zona Federazione Italiana Vela Alberto La Tegola e da Peppo Russo, vicepresidente nautico Circolo della Vela Bari.

La cerimonia di apertura si terrà giovedì 5 settembre, alle ore 18.30, sui pontili del Circolo della Vela, mentre le regate si svolgeranno sullo specchio d’acqua antistante il lungomare sud da venerdì 6 a lunedì 9 settembre. Sono tre i campi di regata allestiti sullo specchio d’acqua, tra il porto vecchio e Torre Quetta. Gli equipaggi affronteranno fino a quattro prove al giorno, che per le diverse classi possono variare nel numero totale da un minimo di 10 a un massimo di 16.

Sono circa 500 gli atleti provenienti da tutta l’Italia, suddivisi nelle classi 29er (54), 420 (83), RS Feva (45), HobieCat 16′ SPI e L’Equipe Evolution (22), per i campionati italiani di classe Hobie Dragoon (12) e per la Coppa del Presidente le classi Equipe U12 e RS Feva Under 11.

“Siamo molto lieti di poter presentare qui i Campionati italiani giovanili in doppio organizzati dal Circolo della Vela Bari, che ringrazio non solo per l’impegno profuso da sempre per la crescita della vela nella nostra città - ha esordito Pietro Petruzzelli - ma anche per il protagonismo indiscusso che, per due anni consecutivi, gli ha consentito di ottenere il riconoscimento di circolo velico migliore d’Italia. Questo appuntamento non fa che confermare un dato: Bari è una città in grado di attrarre grandi eventi sportivi come questo o come la Supercoppa di Lega di basket maschile in programma il 21 e 22 settembre prossimi. Due manifestazioni che contribuiscono fortemente a trasformarci in un città capace di fare del turismo sportivo una delle sue prerogative.

In questi anni l’amministrazione comunale ha investito molto sull’avvicinamento delle giovani generazioni agli sport nautici proprio per riconquistare faticosamente il rapporto di Bari con il suo mare: circa 2800 bambini e bambine hanno partecipato ai corsi gratuiti di canoa, canottaggio, vela, sup e windsurf che abbiamo promosso negli ultimi anni. Noi ovviamente continueremo ad investire sul mare e sullo sport, anche attraverso opere fondamentali come il dragaggio del porto vecchio da realizzare quanto prima”.

“Sport, ambiente e turismo sono le tre parole chiave per lo sviluppo della nostra città - ha continuato Simonetta Lorusso -. Per questo voglio ringraziare chi ha lavorato e sta lavorando così intensamente per la riuscita di questo evento. Purtroppo la mancanza di fondale nel porto vecchio ci limita e limita le possibilità di questa città ed è per questo che come Circolo ci stiamo battendo con forza per il dragaggio del porto vecchio, che è uno dei biglietti da visita della nostra città. Colgo quindi oggi l’occasione per chiedere all’amministrazione comunale di accelerare il processo e avviare quest’opera molto attesa e che serve non solo ai velisti”.

“In questi anni - ha detto Elio Sannicandro - la Regione ha decuplicato gli investimenti sullo Sport secondo una logica di sviluppo che tiene conto delle propensioni del territorio. Su questo si inserisce anche il discorso del dragaggio del porto, e la Regione sarà al fianco del Comune per quest’opera importantissima per l’intera comunità”.

“Bari 2019 è la testimonianza che Circolo della Vela, amministrazione comunale e Fiv VIII zona stanno lavorando bene - ha dichiarato Alberto La Tegola -. Un campionato come questo non si faceva da almeno una dozzina di anni. Oggi ci sono circa 10mila tesserati nella nostra Regione e il Circolo della Vela è quello con maggiori tesserati in Italia e festeggia quest’anno 90 anni di storia. La vela è, altresì, la sesta forza sportiva in Puglia con Bari come punta di diamante dell’intero movimento”.

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

Romanini premioUna targa di riconoscimento al giovane atleta barese Giorgio Romanini della ASD Fudoshin che lo scorso 8 giugno al Palapellicone di Ostia ha conquistato la medaglia d'argento ai campionati nazionali di karate è stata consegnata questa mattina a Palazzo di Città dal sindaco Antonio Decaro.

Alla cerimonia hanno partecipato l’assessore allo Sport Pietro Petruzzelli e il maestro Michele Giuliani alla guida della società barese.

Nel consegnare la targa il sindaco Decaro ha voluto sottolineare l’impegno che con costanza e determinazione il quindicenne barese ha profuso per raggiungere il prestigioso traguardo ai campionati italiani Fijlkam di kumite.

“Il secondo gradino del podio - ha dichiarato Decaro - segna un traguardo importante per Giorgio, ed è motivo di orgoglio e di vera soddisfazione per l’intera comunità barese. Questo sport, che Giorgio sta coltivando, con disciplina e passione, coinvolge tanti ragazzi a Bari, grazie anche alla dedizione delle società sportive che accompagnano gli atleti in un percorso sportivo ma anche di crescita umana. L’impegno dell’amministrazione è quello di sostenere tutte le discipline sportive, indistintamente, perché da quelle più conosciute a quelle minori perché dove laddove esiste un gruppo sportivo esiste una comunità e un presidio di regole e valori”.

L’allenatore Michele Giuliani ha spiegato che “l’affermazione di Giorgio ai campionati italiani rappresenta il raggiungimento di un prestigioso traguardo per la nostra società sportiva, e ci riempie di orgoglio”.

Giorgio Romanini ha quindi concluso esprimendo il suo più grande desiderio: entrare a far parte di un gruppo sportivo che gli permetta di coniugare al meglio il lavoro con l’impegno sportivo.

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

nuoto paralimpicoDieci e lode per la Finp Puglia ai Campionati Italiani in vasca lunga di Busto Arsizio. Gli atleti pugliesi della Federazione Italiana di nuoto paralimpico (che raccoglie nuotatori con disabilità fisica e visiva) hanno conquistato dieci medaglie ai Tricolori estivi, di cui tre ori, quattro argenti e tre bronzi e fatto segnare due record italiani di categoria.

Le società più medagliate sono state Impianti Sportivi Nadir con due ori e due argenti e Polisport Dream Team con un oro e tre bronzi.

Un argento a testa per Asd Elpis e Framarossport. Da sottolineare la grande prova di Vittoria Bianco per Impianti Sportivi Nadir che è stata la più medagliata. L'atleta, anno di nascita 1995, classe S9, ha vinto il titolo italiano nei 100 stile con il tempo di 1.09.78 e nei 400 stile fermando il crono a 5.14.78 e ha conquistato un argento nei 100 farfalla (1.25.45). 

Da ricordare inoltre l'ottimo risultato di Giulio Legrettaglie (ASD Elpis), anno 2004, classe S4, che ha fatto segnare due record italiani di categoria Ragazzi nei 50 e 100 stile (dove è arrivato secondo).

Oro per Sara Granata, anno 1995, nei 100 rana (classe SB8). Per lei anche un bronzo nei 100 stile (classe S9).

Argento per Mariano Recchia (Impianti Sportivi Nadir), anno 1986, secondo nei 400 stile (classe S6) e per Giacomo Galliulo (FramarosSport), anno 1997, secondo nei 100 farfalla (classe S8).

Bronzo infine per due atleti della Polisport Dream Team: Mauro Preziosa, anno 1980, terzo nei 400 stile (classe S6) e Mariangela Stasi, anno 1997, terza nei 50 stile (classe S9).

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s

New Mater a muro 1Affidata nuovamente ad un tecnico pugliese la panchina della squadra di Castellana Grotte. Originario della vicinissima Gioia del Colle, infatti, e reduce della panchina della Conad Reggio Emilia, Vincenzo Mastrangelo ha accettato la corte del direttore sportivo Bruno De Mori. Il tecnico, dalle grandi qualità, esordisce nel 1994 come assistente allenatore per la formazione dell’ASPC Gioia del Colle per poi proseguire con ben 9 stagioni in Serie A1 e 11 stagioni in Serie A2.

Scelta accurata dunque, quella della società e del Ds Bruno De Mori: “Vincenzo è un allenatore che ha fatto della professionalità il suo stile di vita. Profondo conoscitore del campionato di A2, ha maturato una pluriennale esperienza sul campo, dopo aver fatto una lunga gavetta anche come scout e aiuto allenatore. Sono certo che con l'umiltà che lo contraddistingue, si metterà a disposizione di tutti per regalarci il meglio”, la sua dichiarazione.

Le prime parole del coach pugliese: “Dopo un anno meraviglioso trascorso alla Conad Reggio Emilia, colgo l’occasione per ringraziare la mia ex società, combattuto nella decisione di lasciare Reggio, ho deciso di sposare il progetto ambizioso della New Mater Castellana, società tra le più importanti nel panorama pallavolistico nazionale. Non vedo l’ora di iniziare la mia nuova avventura conscio delle difficoltà che il nuovo campionato a 12 squadre di A2 ci riserverà. Un caro saluto a tutti i dirigenti e ai tifosi BCC”.

E’ anche tempo di partenze in casa New Mater: ufficiali quella del palleggiatore Marco Falaschi, a cui verrà affidata la regia della Emma Villas Siena, e quella del libero Domenico Cavaccini, che meritatamente rimane in Superlega in forza alla squadra di Latina.

La società saluta, con grande calore, i due giocatori in partenza ringraziandoli del lavoro svolto in questi anni, con grande professionalità e dedizione. In particolar modo al libero Mimmetto Cavaccini che saluta il team dopo 3 bellissimi anni, in cui insieme ai compagni ha conquistato la Superlega nella stagione 2016/2017.

Ringraziamenti che si aggiungono alla fine della collaborazione della società con Mister Vincenzo Di Pinto, a cui augura un sincero in bocca al lupo per le prossime avventure.

0
0
0
s2sdefault
powered by social2s